ISVAP: attenzione alle polizze di Allianz Plc Assicurazioni

Scoperta l'ennesima contraffazione assicurativa. La compagnia esiste, ma non può operare in Italia. E il suo nome ricorda una delle più note

9 marzo 2012 - 8:00

L'ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e d'interesse collettivo), emesso un comunicato per segnalare che la commercializzazione di polizze RC Auto temporanee contraffatte emesse da una compagnia assicurativa denominata Allianz Plc Assicurazioni. La ragione sociale segnalata corrisponde in effetti a una vera impresa assicurativa con sede a Dublino in Allianz House, Elm Park, Merrion Road 4, che risulta autorizzata a operare in Italia in alcuni rami danni, ma non in quello RC Auto.

DOPPIA INSIDIA – La contraffazione è in questo caso particolarmente insidiosa perché la ragione sociale riportata sui documenti falsi corrisponde a quella di una compagnia realmente esistente, ma ricorda anche il nome di un'altra impresa assicurativa, la Allianz, una delle maggiori compagnie mondiali del settore e perfettamente abilitata a operare in Italia anche nel ramo RC Auto. Insomma, un doppio imbroglio per confondere ancora di più le idee all'acquirente-consumatore.

SI RIMANE SCOPERTI – L'ISVAP, nel suo cominicato, ha dunque sottolineato che qualsiasi polizza per la copertura automobilistica di legge emessa con la denominazione Allianz Plc è completamente priva di validità: chi l'acquista non gode di copertura per la sua auto e chi la vende commette un illecito. L'Istituto consiglia sempre, prima di acquistare una polizza, di accertare che sia stata emessa da una compagnia realmente esistente e autorizzata a operare in Italia per il ramo specifico. L'elenco delle compagnie che rispondono ai requisiti si può ottenere telefonando all'Istituto allo 06421331, o al numero verde 800486661 oppure visitando il sito dell'ISVAP.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toyota Aygo X Cross: sistemi di assistenza lenti nel test dell’alce

Kia Polonia: cartello su auto nuove, l’accusa dell’Antitrust

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021