Iphone: arriva la prima App dedicata ai TRASPORTI in ITALIA

Su Apple Store disponibile l'applicazione del primo portale nazionale dedicato alla mobilità di merci e persone, scaricatela gratis.

6 dicembre 2010 - 6:00

Su Apple Store disponibile l'applicazione del primo portale nazionale dedicato alla mobilità di merci e persone, scaricatela gratis.

L'APPLICAZIONE – Con l'applicazione per I-Phone è possibile accedere in tempo reale a tutte le sezioni del sito www.trasporti-italia.com ed essere quindi costantemente informati su tutto ciò che riguarda la mobilità di merci e persone in Italia: dalle novità normative a quelle contrattuali, agli scioperi, alle nuove linee di collegamento, alle iniziative legate allo sviluppo della logistica. E ancora: una sezione dedicata ai veicoli commerciali e industriali, alla componentistica e agli accessori; un'area sicurezza dedicata alle notizie e agli approfondimenti sul sempre attuale e delicato tema della sicurezza stradale; l'area dedicata alle infrastrutture, con gli sviluppi relativi alle grandi opere pubbliche, agli interventi strategici in corso nel Paese e alle reti transeuropee di trasporto; la sezione “protagonisti”, dedicata ai personaggi emergenti nella scena trasportistica italiana ed europea. Il tutto con un linguaggio chiaro e articolato su vari livelli di approfondimento, in modo da coinvolgere diverse tipologie di utenze.

STRUMENTO UTILE – Uno strumento indispensabile per consentire agli utenti di pianificare al meglio i propri spostamenti e ai responsabili delle imprese di trasporto, sia di merci sia di passeggeri, di essere costantemente aggiornati sull'evoluzione del settore. Per gli utenti I-Phone prevista inoltre la possibilità di effettuare ricerche e inviare ai propri contatti gli articoli via email.

Scarica gratuitamente dall'App Store Trasporti-Italia

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Distanza di sicurezza in caso di pioggia

Distanza di sicurezza in caso di pioggia: quanto dev’essere?

Le auto con il miglior rapporto qualità-prezzo del 2020

Auto usate “rallentano” gli ADAS: 2,5 passaggi ogni auto nuova negli USA