Invalidità multe senza contestazione

Se nel verbale della contravvenzione c'è scritto che la contestazione immediata dell'infrazione non è stata fatta per "l'impossibilità di fermare il veicolo nei modi di legge" la multa non è...

20 Maggio 2005 - 07:05

Se nel verbale della contravvenzione c'è scritto che la contestazione immediata dell'infrazione non è stata fatta per “l'impossibilità di fermare il veicolo nei modi di legge” la multa non è valida e si deve fare ricorso al giudice di pace per annullarla.

E' quanto sostiene Telefono Blu Sos Consumatori associazione indipendente di consumatori che inviata a mettersi in contatto dal sito http://www.telefonoblu.it/sedi_regionali.htm e dal sito www.sosviaggiatore.com scegliendo la contestazione dalla propria città oppure telefonando al centralino sud 081 5517 256.

Lo ha stabilito la corte di cassazione con sentenza 8837-05. Infatti l'articolo 201 del Codice della Strada (modificato dalla legge 214/03) stabilisce, secondo l'Associazione, che quando non è possibile la contestazione occorre indicare i motivi. Rimangono escluse da questa procedura le contravvenzioni per impossibilità di raggiungere il veicolo per eccessiva velocità, attraversamento con il semaforo rosso, sorpasso vietato, accertamento in assenza trasgressore.

“Continua la nostra battaglia iniziata in autunno – sostiene il presidente nazionale Pierre Orsoni – per il diritto alla mobilità. Abbiamo ottenuto l'annullamento dei punti tolti e abbiamo eliminato le multe per gli scooter se fatte da ausiliari. I prossimi obiettivi sono i semafori che fanno le foto, la peggiore delle iniziative per spillare soldi alla gente che usa il mezzo privato per andare a lavorare”.

Fonte: admaioramedia.it

Commenta con la tua opinione

X