Infrastrutture e trasporti: cosa è stato fatto secondo il Governo

Ecco il bilancio di quanto il Governo ha fatto per infrastrutture e trasporti

19 aprile 2013 - 6:00

Sapevate che, attraverso un sito specifico (cantierecrescita), si può tracciare un bilancio di quanto il Governo ha fatto per infrastrutture e trasporti? SicurAUTO.it ha voluto spulciare fra i vari documenti per vederci chiaro.

DODICI SEZIONI – Sul sito si accede a 12 sezioni, una per ogni area d'intervento dello Sviluppo economico; una sezione (“Come abbiamo lavorato”) è dedicata alle procedure messe in atto dal ministero guidato da Passera per realizzare i provvedimenti, e in cui vengono evidenziate soprattutto procedure volte alla partecipazione e alla trasparenza, come le consultazioni pubbliche. Le infrastrutture – si legge nel sito – sono tra i principali fattori abilitanti della crescita e della competitività del Sistema Paese: le imprese scelgono di investire dove ci sono buone infrastrutture; che contribuiscono ad abbassare i costi di trasporto (oggi di 6-8 punti percentuali superiori a quelli dei nostri competitor europei), e sono un volano di stimolo alla domanda e di creazione di occupazione. Il nostro Paese sconta un ritardo infrastrutturale dell'ordine di almeno 200 miliardi dovuto a una lunga stagione di mancati investimenti pubblici e di perenni difficoltà di ingaggio di risorse private.

OPERE SBLOCCATE – Il Governo ha sbloccato – dice il sito – una serie di opere ferme alla fase istruttoria e prive di finanziamenti per un importo globale di circa 45 miliardi di euro. E ha chiuso la fase istruttoria di un numero rilevante di progetti che potranno così essere approvati e avviati a realizzazione nel prossimo triennio per un importo globale prossimo ai 50 miliardi. “Cantiere crescita” elenca il “cosa è stato fatto”, a iniziare dal Piano nazionale per lo sviluppo aeroportuale, passando ai Contratti di programma per tre hub internazionali, fino agli Interventi per favorire l'efficientamento del sistema portuale. Un ambito particolare, poi, è dedicato all'Asse ferroviario della Nuova Linea Torino Lione (NLTL), ma ovviamente vengono ricordati anche tutti gli altri assi ferroviaria che in Italia si sono avviati. In tale contesto – viene sottolineato -, si è concluso positivamente il collaudo della Piattaforma logistica nazionale: la sperimentazione operativa vede il coinvolgimento di più di 800 aziende di trasporto per un totale di circa 10.000 mezzi pesanti. Senza dimenticare l'indicazione della costituzione del “Fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico”, per cui è stato previsto uno stanziamento annuale pari a circa 5 miliardi corrispondente a circa il 75% delle risorse pubbliche di parte corrente destinate al settore.

IN CONCRETO – Il lavoro svolto ha reso possibile la cantierizzazione delle opere e in alcuni casi il completamento di interventi strategici. Il sito nomina anzitutto la “Salerno-Reggio Calabria: entro la fine del 2013 saranno chiusi tutti i cantieri ed eliminati tutti i disagi connessi alle limitazioni di traffico sulla Nuova Autostrada Salerno-Reggio Calabria: sull'intero percorso di 443 chilometri ne rimarranno soltanto 3 a doppio senso di circolazione”. Poi la Sassari Olbia: lavori di adeguamento della strada statale Sassari-Olbia, la principale infrastruttura interna tra la costa occidentale e quella orientale del Nord della Sardegna, strategica per lo sviluppo e le prospettive di crescita dell'isola: unisce due capoluoghi di provincia, due porti (Olbia e Porto Torres) e due aeroporti (Olbia e Alghero). I lavori di adeguamento interessano un percorso di circa 77 chilometri diviso in 10 lotti. Il programma degli interventi deliberati ha un costo complessivo di 930,7 milioni di euro interamente a valere su fondi pubblici. La conclusione dei lavori è prevista per il 2017. Infine, dice il sito, “abbiamo avviato i lavori in diversi assi autostradali: basti pensare a quello Tirrenico, a quello che congiunge Catania e Ragusa, al collegamento tra il porto di Ancona e l'autostrada Adriatica, nonché al secondo lotto della Pedemontana Lombarda”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP