Incidenti stradali in Italia: oltre l'85% è preceduto da frenata

Una percentuale che dimostra quanto siano determinanti il corretto funzionamento del sistema frenante e l'efficienza degli pneumatici

14 dicembre 2012 - 10:00

L'85,6% degli incidenti stradali che sono avvenuti in Italia nel 2011 sono stati preceduti da frenata. Questo è quanto emerge da un'elaborazione compiuta dal Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Istat, elaborazione secondo la quale dei 205.638 incidenti stradali avvenuti in Italia nel 2010, ben 175.969 sono stati preceduti da frenata. Di questi ultimi, il 7% circa ha visto coinvolti autocarri o mezzi pesanti.

FONDAMENTALI FRENI E PNEUMATICI – Questi dati evidenziano che il corretto funzionamento dell'intero sistema frenante è di fondamentale importanza sia per evitare gli incidenti sia per contenerne le eventuali conseguenze negative in termini di danni alle cose ed alle persone. Per assicurare il perfetto arresto dei veicoli (sia leggeri sia pesanti), poi, oltre alla piena funzionalità dell'impianto frenante, è essenziale anche il ruolo giocato dagli pneumatici.

CONTINENTAL SICUREZZA E MOBILITÀ SOSTENIBILE – “L'intero Gruppo Continental ha un orientamento fortissimo a sviluppare tecnologie concrete che migliorino la sicurezza del traffico stradale – sottolinea Daniel Gainza, Direttore Commerciale di Continental CVT – con azioni, responsabilità ed obiettivi ben precisi. Continental è cresciuta a partire dallo pneumatico, diventando oggi il produttore nº1 al mondo di freni, sistemi frenanti, sistemi di controllo di trazione. Tutto ciò sviluppando tecnologie e conoscenze che applica poi anche sugli pneumatici. Oggi, grazie all'intensa attività del ‘Dipartimento Ricerca e Sviluppo' Continental è riconosciuta come un centro di competenza nella sicurezza stradale e mobilità sostenibile”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

L’auto protegge dai fulmini di un temporale?

Volvo, arriva il radar per bimbi e animali dimenticati in auto

Milano, Area B: sino a 483 mila auto vietate dal 1° ottobre