Incidente su strada rovinata: l'appaltatore risarcisce il guidatore

Incidente su strada rovinata: l'appaltatore risarcisce il guidatore Per i sinistri dovuti alla strada rovinata

Per i sinistri dovuti alla strada rovinata, l'Assicurazione non risarcisce il guidatore al posto dell'appaltatore: così la Cassazione

16 Aprile 2012 - 04:04

Per i danni al guidatore provocati dalla cattiva manutenzione della strada, l'Assicurazione non copre l'appaltatore dei lavori: è quanto stabilisce la sentenza della Cassazione (terza sezione civile) numero 5641 del 5 marzo 2012, depositata il 10 aprile.

MANTO SCONNESSO – Tutto è nato da un incidente in cui è rimasto coinvolto un uomo su un motorino nel 2004 a Roma, per via delle radici che creavano un manto sconnesso. Il guidatore cita in causa al contempo tre soggetti: il Comune, l'appaltatore della manutenzione e l'Assicurazione. In primo grado, il Tribunale di Roma condanna la Compagnia a manlevare l'ente locale da ogni responsabilità: è l'Assicurazione che rimborsa il cittadino. Parliamo di una somma attorno ai 4.000 euro.

SECONDO GRADO – Poi, però, la corte d'Appello nel 2010 ribalta il verdetto dando una diversa interpretazione al contratto di assicurazione: è l'appaltatore dei lavori a dover versare un rimborso attorno ai 7.000 euro (inclusi interessi). E adesso la Cassazione ha confermato quanto fissato dai giudici in appello, analogamente a quanto già fissato in passato dagli stessi ermellini.

CHI SBAGLIA PAGA. IN RITARDO – Se alla fine il cittadino ha avuto i suoi quattrini, però ha dovuto sudarli eccome. Un diritto che spesso viene calpestato dagli enti preposti al risarcimento, sempre pronti ad andare in causa, facendo perdere tempo e denaro al guidatore di turno.

Commenta con la tua opinione

X