INATTENDIBILITA' DEL PHOTORED TIPO V RED: Tre multe per un'unica infrazione

Una foto e tre verbali. Ecco quello che è successo ad un cittadino di Arnesano nel momento in cui è passato col rosso al semaforo di Villa Convento, impiantato sull'incrocio con la strada per...

12 Novembre 2008 - 04:11

Una foto e tre verbali. Ecco quello che è successo ad un cittadino di Arnesano nel momento in cui è passato col rosso al semaforo di Villa Convento, impiantato sull'incrocio con la strada per Carmiano e Arnesano.

Il 1°agosto scorso Fiorentino Solazzo, cittadino di Arnesano, si stava recando a Novoli quando, arrivato in prossimità dell'incrocio semaforico, intorno alle 10:48, è stato fotografato mentre passava col rosso. Secondo il parere del signor Solazzo, il semaforo era giallo, ma questo lo si può stabilire solo dalle foto. Ma la cosa inspiegabile è che da quell'unico scatto siano partiti dal comando della Polizia Municipale di Novoli, ben tre diversi verbali per un'unica presunta infrazione: il num.16 del 25 settembre per 153 euro, il num.27 del 6 ottobre per 153 euro e il num.87 sempre del 6 ottobre scorso per 153 euro; insomma una multa totale di 459 euro per un'unica infrazione, con l'aggiunta di sei punti in meno sulla patente, per ogni verbale, quindi 18.

Così Solazzo si è subito rivolto a Giovanni D'Agata, del Dipartimento Tutela dei Consumatori di Italia dei Valori, inoltrando ricorso al Prefetto si Lecce. Ma la cosa strana, citata in ricorso da Solazzo e venuta fuori da un'interrogazione fatta da Loredana Capone, consigliera del Pd al Sindaco Paolo Perrone, è che l'impianto semaforico è stato impiantato dal Comune di Novoli su un territorio che appartiene a Lecce. La consigliera del Pd ha chiesto chiarimenti sopratutto per sapere se il comune di Lecce abbia ha mai autorizzaro a Villa Convento l'installazione del Photored su una strada di sua competenza e quale itilità ne viene “visto che tale fatto sta arrecando numerosi disagi agli abitanti della frazione di Villa Convento e agli automobilisti provocando lunghe ed inutili code”.

Fonte “ IL PAESE NUOVO “

1 Commento

De
11:28, 8 Novembre 2010

In merito all'articolo del Sig. Solazzo, da ex Finanziere e da ex Vigili Urbano, ritengo che il semaforo istallato a Villa Convento (territorio di Lecce) a cura del Comune di Novoli, sia illegittimo, in quanto gli stessi verbali di contravvenzione firmati dai Vigili Urbani di Novoli perdono efficacia in quanto gli stessi agenti possono operare – quali agenti di Polizia Giudiziaria – solo nel proprio territorio, oltrepassato tale limite perdono la loro qualifica. Di conseguenza, perdono di efficacia anche gli atti la questi compiuti. Ma al di là di ogni valutazione e considerazione, questo assurdo fatto, a dimostrazione della sciagurata espansione di questi sistemi che in parte suppliscono l'operato dell'agente, dall'altro contribuiscono alle casse comunali.Distinti salutiDomenico

X