In viaggio coi bimbi: come si trasportano?

Se vi apprestate a viaggiare con uno o più bambini, ecco le regole da seguire

19 luglio 2012 - 6:00

La regola base è semplice: per il trasporto dei bimbi, l'unico criterio è l'altezza, mentre l'età non c'entra nulla. Partendo da questa premessa, se leggerete le regole qui di seguito sarete pronti a viaggiare in tutta sicurezza coi vostri piccoli.

UN METRO E MEZZO – Se il bimbo è alto meno di un metro e mezzo, deve viaggiare sul seggiolino; invece, superato quel limite, è sufficiente la cintura di sicurezza. Per l'adulto che trasporta un piccino in modo scorretto scatta una multa di 76 euro e cinque punti-patente (articolo 172 del codice della strada). Attenzione: i piccoli possono viaggiare in senso contrario rispetto a quello di marcia solo se l'airbag anteriore lato passeggero è disattivato. Ma qui sta un vuoto del Codice della strada, come evidenzia Valerio Platia, esperto di Confarca (Confederazione autoscuole riunite e consulenti automobilistici): la violazione dell'obbligo previsto dal comma 5, articolo 172 (trasporto di minore contromarcia senza aver disattivato l'airbag), non fa scattare alcuna multa. La futura riforma del Codice coprirà questo buco di legge? Ovviamente, in caso di incidente, ci sono tutti i profili di responsabilità civile e penale per l'adulto che guidava. E dall'8 maggio 2009 sulle autovetture e sugli autoveicoli adibiti al trasporto promiscuo di persone e cose, non è consentito il trasporto in soprannumero sui posti posteriori di due bambini di età inferiore a dieci anni, nemmeno se accompagnati da un passeggero di età non inferiore adanni sedici. Qui la guida completa al trasporto dei bimbi con le varie categorie di seggiolini e i video su come installarli. Qui, invece, l'ultima comparativa sui seggiolini più sicuri.

NUMERI DA PAURA – BimbiSicuramente, la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza dei bambini in auto promossa da Fiat e ACIF, ha di recente condotto un'indagine nazionale sull'uso del seggiolino avvalendosi dell'esperienza di SicurAUTO. I risultati sono drammatici. I dati sono stati rilevati in sette città (Bologna, Mestre, Milano, Napoli, Palermo, Roma e Torino, per un totale di oltre 600 osservazioni) davanti alle scuole dell'infanzia e primarie ma non solo: due italiani su tre non usano il seggiolino e dimostrano quindi scarso amore per i propri figli. Anche per questo, nel 2011 i bambini sotto i 13 anni morti in incidenti stradali in Italia sono stati 65 e 625 quelli feriti, contro le 59 vittime del 2010 (+10%); delle 65 vittime, 45 (il 69%) erano trasportate a bordo di veicoli. Mamme e papà (ma anche nonni) inventano sempre le stesse scuse per giustificare il proprio comportamento: “devo fare pochi metri”; “ho il seggiolino nell'altra auto”; “tanto mio figlio è seduto nel sedile posteriore”; “se lo metto nel seggiolino piange”; “preferisco la cintura”. In realtà, c'è una pigrizia di fondo, un'imprudenza generalizzata che va combattuta: ne va della sicurezza e della vita dei vostri piccoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Auto nuova diesel: il 71% degli italiani indecisi sull’acquisto

Consiglio acquisto SUV: budget fino a 25.000 euro

Skoda testa l’app per ricevere le consegne in auto