In Svizzera investono sempre più sui corsi di guida sicura

Inaugurato a Derendigen uno dei più grandi Centri di Sicurezza Stradale del TCS. E' la sesta struttura in Svizzera

30 maggio 2012 - 7:00

25000 mentri quadri di superficie; un programma di progettazione e costruzione durato 3 anni; 11 milioni di franchi investiti (circa 9 milioni di €). Questi i numeri da capogiro del nuovo Centro di Sicurezza Stradale della Test & Training TCS SA, affiliata del Touring Club Svizzero, inaugurato a Derendingen (Cantone di Soletta). La struttura va ad aggiungersi agli altri 2 grandi centri di Niederstocken (nei pressi di Thun, Berna) e di Hinwil (Zurigo) oltre che ai tre centri di perfezionamento della guida rispettivamente a Emmen (Lucerna), Meyrin (Ginevra) e Lignières (Neuchâtel). 

IMPARARE CON LA PRATICA – Il TCS vanta 100 istruttori professionali in tutta la Svizzera che si prestano alla gestione dei corsi. La loro formazione avviene presso la Trainer School del TCS. Lo slogan “Imparare con la pratica” esprime tutta l'essenza delle attività svolte dalla Test & Training TCS SA. Ai partecipanti viene data la possibilità di vivere in uno spazio circoscritto le situazioni che si possono verificare sulla strada sotto l'occhio vigile di una guida esperta ed avvalendosi di mezzi di supporto moderni. In questo modo i conducenti possono testare il comportamento del proprio veicolo anche in condizioni critiche, imparando a reagire nella maniera corretta (alcuni esempi di manovre di emergenza nel video in basso). 

CARATTERISTICHE – Il centro dispone di tre aree di prova che prevedono, tra l'altro, la presenza di un manto bagnato scivoloso, getti d'acqua automatici ed impianti per la misurazione della velocità. In una di queste zone è previsto anche un simulatore di sbandata. La struttura è stata costruita secondo i più moderni standard (l'edificio rispetta i requisiti della certificazione Minergie); grande attenzione è stata data agli aspetti tecnico-ambientali. Niente sprechi grazie ad alcuni serbatoi sotterranei per raccogliere tutta l'acqua piovana che viene riutilizzata per bagnare il manto scivoloso (attraverso un sofisticato sistema di pompe). Il recupero dell'acqua avviene mediante un sistema di filtraggio che fa in modo che l'acqua possa essere riutilizzata in un circuito chiuso permanente. Massima versatilità grazie alle dimensioni generose che permettono di impartire 4 corsi con 10 mezzo ognuno (dallo scooter all'autobus snodato).

NORMATIVA ELVETICA – La nuova patente di guida in prova in vigore dal dicembre 2005 in tutta la Svizzera prevede che il neo-conducente, oltre a sostenere i classici esami teorico e pratico, debba anche partecipare obbligatoriamente a 2 giornate di formazione entro i 3 anni successivi dal conseguimento della licenza di guida. Un obbligo importante che ci auguriamo venga ben presto recepito ed emulato dal nostro Ministero dei Trasporti. Sono troppi i “ragazzini” che si mettono al volante senza un'adeguata conoscenza delle manovre da eseguire in caso di emergenza. La Fondazione ANIA da anni è impegnata con vari progetti volti a mettere in guardia i più giovani sulle varie insidie della strada e sugli effetti negativi che alcuni comportamenti scellerati possono causare. Il progetto “Neopatentati” ne è un esempio, ma è solo per pochi “eletti”. Per questo lanciamo un appello all'omonimo nostrano del TCS, l'ACI, affinchè faccia la sua parte per far in modo che anche da noi venga sancito l'obbligo di partecipazione ad un corso di guida sicura per i novellini del volante. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori