In Puglia niente bollo per 5 anni. Ma solo per le auto alimentate a gas

E, successivamente, le vetture interessate pagheranno solo un quarto dell'imposta

11 dicembre 2012 - 9:00

Il bilancio 2013 della Regione Puglia approvato nei giorni scorsi vuole essere all'insegna dell'ambiente e anticrisi. La giunta regionale ha previsto, infatti, l'esenzione per cinque anni dal bollo auto per le auto GPL o metano immatricolate nel 2013, rendendo così ancora più conveniente la scelta di un modello a ridotte emissioni rispetto ai carburanti tradizionali.

DOPO L'ESENZIONE SOLO UN QUARTO DELL'IMPOSTA – I pugliesi che decideranno di acquistare o convertire un auto a GPL o a metano, a partire dal 1 gennaio 2013, saranno esentati dal pagamento del bollo auto per i prossimi 5 anni; dopo i quali le vetture interessate pagheranno solo un quarto dell'imposta. La Puglia segue così l'esempio di altre regioni virtuose già ecofriendly come il Piemonte, la Liguria, la Lombardia, la Provincia di Trento e quella di Bolzano. Enti locali che già in passato avevano deciso di favorire la diffusione di veicoli a ridotte emissioni sgravando i loro proprietari – in tutto o in parte – dall'onere della tassa automobilistica.

INCENTIVARE IL SETTORE AUTOMOBILISTICO – L'auspicio è adesso quello che altre amministrazioni locali seguano l'esempio degli enti più lungimiranti – commenta il presidente del Consorzio Ecogas Alessandro Tramontano – non solo nell'ambito di un comportamento ecocompatibile ma anche per incentivare il settore automobilistico sempre più in crisi. Il 2012 è l'anno peggiore, dal 1978, per il mercato italiano dell'auto: nel mese di novembre il calo delle immatricolazioni è del 19,7% rispetto al 2011. Oltre il 30% delle immatricolazioni del 2012 dei modelli di tutte le marche in classe A, sono con alimentazione a GPL o metano. Se si considerano anche le conversioni in aftermarket è chiaro che l'utente gradisce molto l'auto ecologica la quale, se incentivata, rimane ancora trainante per tutto il mercato.

ATTENZIONE DAL GOVERNO – Questo comparto – eccellenza della tecnologia italiana nel mondo – per non entrare in una crisi irreversibile, ha bisogno di attenzione sia da parte degli enti locali sia dal Governo, anche per consentire che le famiglie, sempre più in difficoltà, ottengano dei risparmi economici da destinare ai consumi indispensabili per la ricrescita.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Assemblea Ania

Assemblea Ania: RC auto in calo del 5%, ma si può fare di più

Multa sconto 30%

Notifica multe: come si calcolano i 90 giorni per l’annullamento

Auto nuove in Europa: +1% le immatricolazioni a settembre 2020