In nome della sicurezza ''La vita parte in pole position''

In nome della sicurezza. L'associazione No Profit Grandain per il Sociale, dopo il successo della prima edizione, da novembre ha riproposto il progetto sulla sicurezza stradale e sul ...

19 marzo 2010 - 7:45

Nel salone della Confindustria s è svolta la prima conferenza stampa. Giornata finale il 22 maggio a Cuneo

In nome della sicurezza. L'associazione No Profit Grandain per il Sociale, dopo il successo della prima edizione, da novembre ha riproposto il progetto sulla sicurezza stradale e sul lavoro dal titolo “La vita parte in pole position”. La manifestazione è appoggiata dalle istituzioni a partire dal Ministero dell'Istruzione e da quello del Lavoro, fino alla Regione Piemonte, Provincia di Cuneo e Comune di Cuneo. Giovedì 18 marzo si è svolta la prima conferenza stampa. Presso il salone della Confindustria di Alba, gli studenti delle scuole albesi partecipanti (Liceo Scienze Sociali Da Vinci, Istituto ragionieri e geometri Einaudi e Liceo Scientifico Cocito), hanno seguito con attenzione le parole dei numerosi ospiti.

Erano presenti Livio Oggero, il presidente dell'associazione, Giorgio Proglio, editore di Grandain.com, portale online che collabora alla seconda edizione, Roberta Ceretto, vice presidente Giovani Imprenditori, l'assessore comunale alla Mobilità Giovanni Bosticco, i rappresentanti politici Federico Gregorio e Mariano Rabino. Importante l'apporto degli esponenti delle Forze dell'Ordine: Franco Fabbri, comandante provinciale della Polizia Stradale, ha insistito molto sullo stare attenti alla guida. «Quando siamo al volante – ha precisato Fabbri – dobbiamo stare molto attenti ed essere sobri. I buoni conducenti non dimenticano mai questi due concetti».

Erano presenti anche Nicola Ricchiuti, capitano dei Carabinieri di Alba, Antonio Fassina, capitano della Guardia di Finanza di Alba, e Gianni Mariano per i Vigili del Fuoco. La Croce Rossa è stata rappresentata da Giovanni Gutamo, l'ACI da Paola Simondi e Davide Cabutto. «In questa conferenza stampa – afferma Livio Oggero – abbiamo voluto dare ai ragazzi spunti di riflessione che serviranno per la conclusione dei loro progetti. A fine aprile replicheremo per gli istituti di Cuneo, e sabato 22 maggio, in piazza Galimberti, ci sarà la giornata finale, aperta al pubblico, con premiazioni e prove su strada con piloti professionisti del Centro Formazione Sicurezza Stradale di Roberto Rosselli. Non mancheranno graditi ospiti legati al mondo dei motori e della sicurezza stradale. La seconda edizione vuole essere una continuazione del cammino intrapreso con le scuole nel 2008, e siamo soddisfatti per la risposta: quest'anno saranno coinvolti circa 350 studenti».

fonte – grandain.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toyota Aygo X Cross: sistemi di assistenza lenti nel test dell’alce

Kia Polonia: cartello su auto nuove, l’accusa dell’Antitrust

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021