Questo sito contribuisce alla audience de

In Italia ci sono oltre 13 milioni di auto non sicure

L’IIHS rivela quanto le auto sia cambiate negli ultimi 10 anni, ma telecamere e sensori sono solo su una piccola parte del nostro parco circolante

In Italia ci sono oltre 13 milioni di auto non sicure
Ormai lo sappiamo; il parco auto circolante in Italia ha un serio problema di vecchiaia. Le vetture con troppi anni sulle spalle sono un problema, non solo ambientale ma anche di sicurezza per gli occupanti e gli altri utenti della strada. Su 37,16 milioni di vetture su strada oltre 1,5 milioni sono Euro 0, e negli anni i numeri non hanno fatto che peggiorare. Scarse le rottamazioni, a far tremare i proprietari più tenaci potrebbero essere le norme in arrivo chiamate a bloccare i diesel più inquinanti. Nel frattempo l'istituto americano IIHS sottolinea l'impatto positivo dei sistemi di assistenza alla guida, meno incidenti significano più sicurezza per gli automobilisti. Ecco allora che tecnologie come i dispositivi di frenata di emergenza, controllo della stanchezza e tutti gli altri possono davvero fare la differenza. Vediamo perché cambiare auto significa investire in sicurezza.

PARCO CIRCOLANTE

Al 31 dicembre 2017 il parco auto circolante in Italia, secondo i dati Unrae, ammontava a ben 37,16 milioni di veicoli. Eppure a preoccupare davvero sono i numeri che fanno emergere l'anzianità dei veicoli nel nostro Paese. L'ACI, che ha più volte suonato il campanello dall'arme, stima che l'età media del parco auto complessivamente inteso è giunta a sfiorare gli 11 anni. Tra queste troviamo ben 1,5 milioni di auto Euro 0, quindi altamente inquinanti, mentre sono quasi 7,6 milioni le ante Euro 3. Chi ha fatto i calcoli stima che, stanti gli attuali attuali ritmi peraltro in contrazione, per il rinnovamento completo servirebbero 14 anni.
Insomma dietro questi numeri ci sarbbero evidenti problemi di carattere economico. Cambiare l'auto costa e non tutti riescono a permettersi la spesa. Eppure, viaggiare su di una vettura anziana, oltre a comportare maggiore inquinamento ambientale, ha dei costi enormi in termini di minore sicurezza a bordo (Leggi le 15 auto più rottamate in Italia).

QUESTIONE DI SICUREZZA

Eppure l'americano l'IIHS, Insurance Institute for Highway Safety, che equivale all'europeo EuroNCAP lancia un messaggio molto chiaro (Leggi quali sono le marche di auto più diffuse in Italia). "Negli ultimi anni, abbiamo visto molti più sistemi che aiutano a evitare che i conducenti finiscano per avere incidenti", ha dichiarato David Aylor, responsabile dei test di sicurezza attiva per l'IIHS. Insomma i dispositivi di sicurezza attiva e passiva delle nuove auto, che sono progettati per evitare collisioni, nei fatti cambiano le cose. Negli ultimi 10 anni, molte case automobilistiche hanno introdotto una tecnologia che può vedere oggetti davanti o dietro una macchina e fermare automaticamente il veicolo in caso di emergenza. Altri sistemi ausiliari sono progettati per impedire agli automobilisti di abbandonare erroneamente la corsia di marcia "Lane Assist" oppure leggono la segnaletica stradale.

OCCHIO ALLA TECNOLOGIA

Fino a pochi anni fa si trattava di caratteristiche comuni solo alle auto di lusso, ma queste tecnologie stanno cominciando ad apparire anche su veicoli più tradizionali. C'è un impegno chairo da parte della maggior parte dei produttori ad aumentare gli standard complici anche i punteggi assegnati in sede di crash test a queste caratteristiche di sicurezza. Creare condizioni di viaggio più sicure passa quindi anche dalle tecnologie di bordo. Peccato che un parco auto molto vecchio come quello italiano vede pochi modelli in tal modo accessoriati. Insomma la democratizzazione tecnologica passa anche dai prezzi, non solo dell'auto finita, ma di tutti questi sistemi di sicurezza attiva e passiva che possono avere quale risultato positivo un minor numero di incidenti stradali.

Pubblicato in Attualità il 04 Febbraio 2019 | Autore: Redazione


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri