In crescita il numero di multe e c'è chi contesta il parcheggio

VALEGGIO. Bilancio della polizia municipale: superate già in luglio le 3.700 contravvenzioni, complice l’autoveloxAll’ex stazione di Borghetto la sosta dell’auto si paga ma non...

8 dicembre 2009 - 17:18

VALEGGIO. Bilancio della polizia municipale: superate già in luglio le 3.700 contravvenzioni, complice l’autovelox

All’ex stazione di Borghetto la sosta dell’auto si paga ma non ci sono stalli blu, il fondo non è asfaltato e molti si confondono

olano le infrazioni al codice della strada, tanto che già a fine luglio hanno superato quota 3.700 e si apprestano quindi a concludere l'anno ben oltre le 4.400 registrate nel 2008 (con un introito per il Comune di 280 mila euro).
La gran parte dei cittadini guarda con favore le multe che vengono comminate in zone delicate, come lungo la strada per Castelnuovo al Fontanello dove c'è anche una scuola dell'infanzia cui va garantita sicurezza; qui dal 9 luglio è presente fisso un autovelox che registra velocità medie sui 90 orari, con punte che superano addirittura i 130.
Diversa tuttavia è la situazione per Borghetto, dove il parcheggio sterrato dell'ex stazione della Mantova-Peschiera lascia perplesso più d'un residente. «Non sono pochi che pensano che si tratti di un parcheggio gratuito, perché mancano le righe blu e lo spiazzo è sterrato», dichiara Michele Ravini, titolare di un esercizio nel piccolo borgo medievale, preso d'assalto da tantissimi turisti nella bella stagione. E così, tratti in inganno dal contesto, «In molti si beccano la multa», insiste Ravini. «Da me poi è capitato più d'un turista straniero cui avevano rotto i vetri della macchina e che abbiamo accompagnato dalla polizia municipale sperando invano di trovare i malfattori attraverso il sistema di videosorveglianza».
Anche Gabriele Bertaiola, titolare di un noto ristorante di Borghetto, registra la continua presenza di accertatori che non lasciano scampo a chi parcheggia erroneamente senza servirsi del parcometro. «Nei mesi caldi il problema dei parcheggi», conferma Anna Girardi, che lavora in uno dei negozi di Borghetto, «c'è sia per i turisti (tedeschi e olandesi, ma anche tanti italiani, soprattutto nel mese di agosto) che per chi lavora (il parcheggio è gratuito soltanto da novembre a marzo)».
Aggiunge Girardi: «C'è poi un grosso buco a livello di informazione, perché manca un ufficio apposito e noi dobbiamo supplire fornendo le informazioni più disparate, da quelle sul parco Sigurtà a quelle sul noleggio delle biciclette».
Secondo il comandante della polizia municipale il parcheggio a pagamento dell'ex stazione è del tutto regolare: «C'è pieno di parcheggi di questo tipo, dal lago di Garda alla riviera romagnola, perché è preminente la segnaletica verticale (vi sono installate 13 tabelle) rispetto a quella orizzontale; del resto abbiamo avuto poche contestazioni. Per i furti la videosorveglianza ci aiuta, sì, ma non è risolutiva».
L'assessore alla viabilità, Andrea Molinari, promette rinforzi: «A breve ci saranno altri due vigili, per assumerli utilizzeremo i due posti disponibili in pianta organica. Con questi nuovi ingressi arriviamo ad otto agenti, ma siamo comunque lontani da quanti sarebbero necessari, viste le numerose funzioni che fanno loro capo (dall'edilizia al commercio)».
«Lo sterrato», afferma poi Molinari rispondendo alle critiche sul parcheggio, «al momento è obbligato perché il terreno non è nostro, ma proprietà del demanio. A gennaio, inoltre, scadrà il contratto per l'autovelox, che sembra stia dando buoni risultati, e a quel punto decideremo se comprarlo o no, ma vorrei utilizzarlo in altre zone, come ad esempio le strade per Quaderni o per Marengo».

fonte

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage