Questo sito contribuisce alla audience de

Il Sudamerica chiede più Sicurezza, nasce Latin NCAP

Con il claim "Para autos mas seguros" (per auto più sicure) nasce un nuovo programma di valutazione delle nuove auto. Latin NCAP, che si occuperà della sicurezza delle auto in...

Il Sudamerica chiede più Sicurezza, nasce Latin NCAP
Con il claim "Para autos mas seguros" (per auto più sicure) nasce un nuovo programma di valutazione delle nuove auto.

Latin NCAP

, che si occuperà della sicurezza delle auto in America Latina e Caraibi.
In una zona dove la maggiorparte delle automobili viene venduta senza airbag frontali, con tecnologie indietro di svariate generazioni il bisogno di questi programmi di prova è altissimo.
Latin NCAP nasce dalla collaborazione di FIA, FIA Foundation e International Testing (ICRT) che sono anche i maggiori partners di Euro NCAP, Gonzalo Rodriguez Memorial Foundation e la Banca dello Sviluppo Inter-Americano, che sponsorizza i test.
Latin NCAP entra a piedi pari nel programma mondiale delle Nazioni Unite per salvare 5 milioni di vite sulla strada.
Come in ogni NCAP che si rispetti le auto vengono acquistate in completo anonimato e poi vengono spedite ai laboratori per effettuare il crash test, in questo caso il laboratorio è il tedesco ADAC.
Latin NCAP valuta le auto tramite il test frontale offset a 64 km/h, lo stesso utilizzato nella maggioranza degli NCAP presenti nel mondo, Euro NCAP compreso, e le classifica con un punteggio a stelle separato per gli adulti e per i bambini, da un minimo di 0 ad un massimo di 5.
Nel primo round di test uscito qualche minuto fa non mancano discreti risultati e anche grandi figuracce.
Con un punteggio di 4 stelle troviamo solamente la Toyota Corolla, con 3 stelle ci sono Fiat Palio con airbag, Volkswagen Gol con airbag e  Chevrolet Meriva (gemella della nostra vecchia Opel Meriva). Due stelle per la Peugeot 207 Compact (la nostra 206+) con airbag. Le versioni senza airbag di Palio, Gol e 207 Compact tornano ai posti con una sola stella. Dalla Cina la Geely CK l'unica auto a zero stelle.
Speriamo che le case si comportino come in tutto il resto del mondo, accrescendo la sicurezza passiva dei modelli venduti e sviluppando tecnologie nuove ed efficaci per salvare sempre più vite.

Pubblicato in Crash test il 18 Ottobre 2010 | Autore: Luca Comandini


Commenti

Salvatore Calleri il giorno 23 Ottobre 2010 ha scritto:

È strano che la 206 nel 2000 abbia avuto un buon risultato e la versione latina no. Cosa ne pensate?

Luca Comandini il giorno 23 Ottobre 2010 ha scritto:

La 207 testata è stata prodotta in Brasile, con tecnologie e materiali diversi dai nostri... Diciamo che è una versione semplificata di quella che c'era da noi

Stefano Marra il giorno 21 Febbraio 2012 ha scritto:

Giorni fa sono tornato sul sito dell'NCAP sudamericano e ho visto altre vetture testate, tra cui l'Opel Meriva e la Chevrolet Cruze, notoriamente molto sicure in altri crash-test, con risultati inferiori al previsto. In particolare, la Cruze, oltre ad avere il massimo delle stelle in tutti gli altri crash nel mondo, le ottiene con punteggi sempre elevatissimi, eppure nel Latin NCAP ha solo 4 stelle. O in Sudamerica le Case vendono gli stessi modelli fatti con materiali di scarto, e/o le condizioni sono diverse: mi pare che testino le auto a pieno carico, cioè con massa superiore rispetto ai test europei, nordamericani o australiani, e quindi con più forze in gioco nell'impatto frontale. Confermate?


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri