Il sabato meno stragi

I morti nel fine settimana stanno diminuendo in tutta Italia. Dall'analisi dei dati ufficiali diffusi dal Ministero dell'Interno sugli incidenti rilevati, e relativi agli anni 2007, 2008 e 2009...

20 aprile 2010 - 7:58

I morti nel fine settimana stanno diminuendo in tutta Italia. Dall'analisi dei dati ufficiali diffusi dal Ministero dell'Interno sugli incidenti rilevati, e relativi agli anni 2007, 2008 e 2009, emerge un andamento decisamente positivo sulle stragi

I morti nel fine settimana, le cosiddette “stragi del sabato sera”, stanno diminuendo in tutta Italia. Dall'analisi dei dati ufficiali diffusi dal Ministero dell'Interno relativi agli incidenti rilevati dalla polizia stradale e dai carabinieri, e relativi agli anni 2007, 2008 e 2009, emerge un andamento decisamente positivo. Nel triennio il segno meno è stato una costante davanti alle cifre relative all'incidentalità del fine settimana. Il numero complessivo degli incidenti è passato dai 60.249 del 2007, ai 53.890 nel 2008 sino ad arrivare ai 48.512 dell'anno passato.

Ben 11.737 in meno, pari a un calo del 19,5%, rispetto al 2007. Discorso analogo per le vittime. Nel 2007 furono 1.692, passate a 1.562 nel 2008 per arrivare a 1.284 nel 2009, il calo nel triennio in questo caso è del 24,1%. Un trend decisamente positivo emerge anche dai dati riferiti alle vittime under 30: 693 nel 2007, 581 nel 2008 e 471 nel 2009, con un ottimo e forse insperato -32%. Bene anche i feriti passati dai 47.566 di tre anni fa ai 38.044 dell'anno scorso -20%. Andamento positivo anche per le cifre dei sinistri riferite alla pericolosa fascia delle ore notturne, nelle 16 ore che vanno dalle 22 del venerdì alle 6 del sabato e dalle 22 del sabato alle 6 della domenica.

I morti nelle notti del week-end nel 2009 sono stati 383 contro le 583 del 2007 e le 505 del 2008 con un calo record del 34,3%. Anche gli incidenti ai veicoli a due ruote negli ultimi tre anni hanno mantenuto costante il segno meno: si è passati dai 563 del 2007 ai 420 del 2009 – 25% «I motivi di questo trend positivo possono essere diversi – dice Giordano Biserni, presidente dell'Asaps (Associazione sostenitori e amici polizia stradale) – Certamente il pacchetto delle nuove norme adottate nel 2007 e 2008 ha avuto un ruolo fondamentale. Determinante è stato però l'incremento dei controlli con l'etilometro». Le statitische del 2009 parlano di un bilancio positivo sul fronte degli incidenti stradali in generale, non solo di quelli del fine settimana. Gli incidenti (110.476), sono diminuiti del 9,4 per cento i morti (2.521) del 15 per cento e i feriti (80.095) del 9 per cento. I dati dal 1° gennaio al 27 dicembre 2009 sono quelli raccolti da polizia stradale e Arma dei carabinieri che, nel corso dell'anno, hanno effettuato più di 4 milioni e mezzo di pattuglie di vigilanza, contestando quasi 3 milioni di infrazioni. L'intensificazione dei controlli ha portato al ritiro di ben 98.136 patenti, di 118.057 carte di circolazione e al sequestro di 6.130 veicoli di cui 5.523 per guida in stato di ebbrezza con tasso alcolemico superiore a 1.5 grammi per litro e le restanti 607 per guida sotto effetto di droga.

fonte – 4minuti.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le 10 auto usate economiche con più km vendute a gennaio 2020

10 errori da non fare quando si porta l’auto in officina

Le auto più vendute in Europa sono sempre più ibride, elettriche e a gas