Il Ministro Bianchi promette:”Presto nuovo codice della strada”

Ed inoltre sarà creata un'unità operativa dedicata alla sicurezza ed sarà ideata una nuova grafica per la segnaletica stradale. L'Asaps si riserva una valutazione sulla concretezza dei...

6 aprile 2007 - 9:47

Ed inoltre sarà creata un'unità operativa dedicata alla sicurezza ed sarà ideata una nuova grafica per la segnaletica stradale. L'Asaps si riserva una valutazione sulla concretezza dei provvedimenti.

In tempi brevi il Parlamento darà la delega al Governo per riformare il Codice della Strada che, nonostante lo si continui ad apostrofare per “nuovo”, ha visto approntare ben 70 aggiornamenti dal 1993 ad oggi.

E' stato questo uno dei passaggi più importanti che il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, ha ribadito nel corso dell'ultima seduta plenaria della Consulta Nazionale per la Sicurezza Stradale del 3 aprile scorso, cui ha partecipato anche l'Asaps attraverso il consigliere Roberto Rocchi in sostituzione del presidente.

La Consulta si era riunita per esaminare lo stato dell'evoluzione della sicurezza stradale nel nostro Paese, tracciare un primo bilancio dei risultati ottenuti attraverso il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale e per conoscere gli indirizzi del Governo in tal contesto. Il ministro Bianchi ha dunque ribadito la piena intenzione a proseguire il suo lavoro secondo gli intendimenti della stessa Consulta ed ha auspicato un incremento dei fondi a disposizione che possano superare i 53 milioni di euro annui, attualmente stanziati per l'attuazione del Piano nazionale.

Tuttavia Bianchi, ha anche annunciato che il ministero sta predisponendo una “unità operativa” che si occuperà specificatamente di sicurezza stradale, mentre è allo studio una serie di “moduli operativi” che consentiranno una più omogenea diffusione dell'educazione stradale dalle scuole medie in poi.
Sempre in ambito formativo, il responsabile del dicastero ha posto la sua attenzione anche sulla necessità di poter meglio “formare i formatori” e l'intenzione di rendere gli esami di abilitazione della guida più “adeguati alle tematiche di sicurezza stradale”.

Sul piano infrastrutturale, infine, Bianchi ha fatto presente che si sta predisponendo un piano degli interventi che riguarderà le 12 strade più pericolose d'Italia, unitamente allo studio di nuova grafica della segnaletica stradale così da renderla più chiara e percepibile da tutta l'utenza stradale.
Asaps, quale componente della Consulta, si riserva di valutare i contenuti dei provvedimenti in via di adozione in particolare l'iter del recente DDL contenente sostanziali modifiche al CdS, fra le quali la guida in stato di ebbrezza e la potenza dei veicoli per i neopatentati. In relazione alla delega del Parlamento al Governo per la riforma del codice, Asaps ha chiesto di essere convocata per una audizione alla Commissione Trasporti della Camera.

http://www.ilquotidiano.it/articoli/index.cfm?ida=70474

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete