Il kit di guida autonoma è già optional sulle Audi

Il kit di guida autonoma è già optional sulle Audi Una startup californiana ha presentato il kit che permette alle Audi normali di guidare da sole spendendo 7500 euro

Una startup californiana ha presentato il kit che permette alle Audi normali di guidare da sole spendendo 7500 euro

3 Luglio 2014 - 07:07

C'era da aspettarselo che prima o poi anche la guida autonoma diventasse un accessorio aftermarket per le auto. Forse non così presto e sicuramente non prima che fosse Google a fare un annuncio del genere. Una startup californiana, dal nome – Cruise – che è tutto un programma, ha messo in prevendita i primi 50 kit aftermarket per la guida autonoma che saranno prodotti dal 2015 per le Audi A4 ed S4. I tecnici annunciano che il sistema può essere adattato anche ad altri modelli di auto e che l'installazione è totalmente reversibile. Peccato che il kit aftermarket di guida autonoma Cruise PR-1 potrà essere utilizzato solo in California.

I PRIMI PEZZI SONO IN SEIRE LIMITATA – Mentre la divisione X di Google testa su strada l'auto senza volante per la mobilità di persone diversamente abili e le più prestigiose Case costruttrici sperimentano i prototipi con guida autonoma in condizioni di traffico reale, una startup brucia tutti mettendo in vendita il primo sistema di guida autonoma. La vera rivoluzione, però, è che il team di ingegneri del MIT che lavora per la Cruise, ha inventato un kit ultracompatto che si può applicare a qualsiasi veicolo con una cifra relativamente economica, appena 10 mila dollari (circa 7500 euro). L'annuncio ha subito scatenato la rete, tanto che si era inizialmente pensato alla solita bufala, invece il fondatore della startup, Kyle Vogt ha chiarito che: “Abbiamo voluto annunciare il nostro prototipo molto  prima del lancio, in modo che potessimo avere il tempo di vincere la fiducia degli utenti” . Il kit aftermarket Cruise PR-1 sarà infatti prodotto in 50 kit dal 2015 solo per i primi soci che sosterranno la startup attraverso la piattaforma di crowdfunding dedicata. Mentre i successivi avventori potranno prenotare il kit per una cifra simbolica (750 euro) senza però diventare soci sostenitori della startup. Vediamo come funziona e quali sono le carte vincenti del kit di guida autonoma aftermarket.

FUNZIONA SOLO IN AUTOSTRADA – I primi 50 clienti che acquisteranno in prevendita il kit Cruise PR-1 diventeranno anche soci della startup californiana. Anche se il primo prototipo realizzato dai tecnici americani è compatibile solo con Audi A4/S4 dal 2012 in poi, è possibile adattare il kit a molti modelli mettendosi in lista d'attesa. Il costo del sistema comprende l'installazione sull'auto e la successiva manutenzione. Per installare, testare e calibrare il kit di guida autonoma a San Francisco sono sufficienti circa 24 ore, secondo  Vogt. Ciò che ha permesso ai tecnici Cruise di bruciare le tappe rispetto alla concorrenza risiede sostanzialmente nel fatto che Cruise RP-1 consente al guidatore di lasciare i comandi dell'auto una volta imboccata l'autostrada, ma può “solo” seguire la strada tenendo l'auto in carreggiata. Il sistema sfrutta diverse telecamere e radar montati sul tetto per controllare il traffico e i margini della carreggiata. I dati ambientali vengono processati dal computer compatto installato nel baule e comandano freni, acceleratore e volante per mantenere la distanza di sicurezza dalle altre auto. Per passare dalla guida manuale a quella autonoma basta premere il pulsante installato sul tunnel centrale, mentre per riprendere il controllo dell'auto basta toccare il freno o il volante in qualsiasi momento.

ENTRO I CONFINI DELLA CALIFORNIA – Prima che potremo acquistare un'auto capace di guidare da sola in una concessionaria, è probabile che non passeranno meno di 5 anni perché, anche se le la tecnologia di guida autonoma è piuttosto matura, manca ancora una solida base normativa che chiarisca la responsabilità in caso d'incidente. Ecco perché le Case auto stanno valutando tutti i possibili imprevisti per essere certi che l'auto sia in grado di gestire tutte le situazioni del traffico, in attesa che i permessi di poter testare le auto a guida autonoma su strade pubbliche abbiano un seguito ben più concreto, come in Michigan, California, Nevada e Florida. Il problema legale però pare riguardare anche il kit aftermarket di guida autonoma Cruise PR-1, che potrà essere installato su qualsiasi auto, a patto di circolare solo sulle strade della California.

Commenta con la tua opinione

X