Il Gruppo Hyundai scommette sul Vecchio Continente

Il Gruppo Hyundai scommette sul Vecchio Continente Previsto il lancio di 22 modelli nei prossimi 4 anni: a Ginevra

Previsto il lancio di 22 modelli nei prossimi 4 anni: a Ginevra, Genesis e Intrado

19 Febbraio 2014 - 06:02

Molti costruttori fuggono dall'Europa, il gruppo coreano Hyundai va invece contro corrente. A Nosovice, nella Repubblica Ceca, ha investito nel 2008 ben 1,2 miliardi di euro con una forza lavoro di 3.800 dipendenti che lavorano su tre turni realizzando 380.000 veicoli all'anno. Va inoltre evidenziato che il 90% dei 15 modelli esistenti in gamma nascono in Turchia nella fabbrica di Izmit. La strategia è eloquente quella battezzata “Product Momentum 2017”: prevede il lancio di 22 novità nei prossimi quattro anni, in particolare nei segmenti B e C indispensabili per approdare nel 2020 a conquistare il 5% di quota nel Vecchio Continente. Secondo un rapporto di London Economics, nel 2012, il Gruppo ha corrisposto ai governi europei 1,3 miliardi di euro tra imposte sui profitti, tasse doganali generando un valore di oltre 2,2 miliardi di euro nelle voci Ricerca e Sviluppo, rete commerciale e distribuzione. Aumentata anche la produzione in Russia dove nel sito di San Pietroburgo ha prodotto, nel 2013, 229.400 vetture (+ 2,4%). A sentire Allan Rushforth, senior vice presidente di Hyundai Motor Europe, “il mercato europeo quest'anno potrebbe crescere del 2% e puntiamo a vendere 450.000 veicoli fra cui la i10, ampliremo l'offerta di auto a Gpl. Stiamo contribuendo a favorire l'ingresso nel mondo del lavoro ai giovani. In Italia i nostri dipendenti sono passati da 55 a 117 unità in 4 anni”.

BERLINE ALTO DI GAMMA, A GINEVRA LA GENESIS – Ma la sfida riguarda anche il settore delle berline alto di gamma: al Salone di Ginevra debutterà la nuova ammiraglia Genesis con il preciso mandato di migliorare l'immagine del marchio. E' destinata oltre che negli Usa ed in Asia anche in Europa. In particolare, in Italia, schiaccerà l'occhio ad enti e flotte aziendali.

PRIMA VETTURA AL MONDO COL SENSORE DI CONTROLLO DI C02 A BORDO – Ricordiamo che la Genesis è la prima vettura al mondo che dispone del sensore di controllo del livello di C02 nell'abitacolo. Anche a livello stilistico va evidenziato un notevole salto di qualità firmato da Peter Schreyer, il designer tedesco ex Audi.

SI ALZERANNO I VELI ANCHE SUL CONCEPT INTRADO – Nella rassegna svizzera ci sarà ampio risalto per il Suv compatto sportivo Intrado: si ispira al mondo aeronautico perchè costruito con materiali leggeri e disporrà di motori di ultima generazione.

A PECHINO IL SUV COMPATTO, NEGLI USA UN CROSSOVER – In aprile al salone di Pechino verrà imposto in anteprima il nuovo Suv compatto ix25. Sarà equipaggiato, secondo indiscrezioni, con motori benzina di 1.2 e 1.4 cc e con un turbodiesel 1.4. Sarà prodotto in Cina attraverso la consolidata joint venture tra la Casa sudcoreana e la locale Baic. Anche Hyundai Usa sta pianificando un ampliamento della gamma con l'aggiunta di un inedito crossover compatto. Lo ha anticipato il Chief Executive Officer, Dave Zuchowski, secondo il quale il progetto dovrebbe andare in porto nel giro di un paio d'anni. Possibile anche il lancio americano di una terza vettura del segmento premium per affiancare Equus e Genesis. Andrebbe a sfidare Nissan Juke, Kia Soul, Buick Encore e Honda Fit.

NEL MONDIALE RALLY PER SFIDARE VOLKSWAGEN – Quest'anno Hyundai proverà ad opporsi ai tedeschi che hanno centrato il titolo nel 2013. Lo Hyundai Shelly World Rally Team farà base ad Alzenau in Germania, disporrà di un management europeo guidato da Michel nandan (ex Peugeot, Toyota e Suzuki) e punterà sul belga Thierry Neuville, secondo nell'ultimo Mondiale con Ford. Piloterà una delle due i20 Wrc. L'altra vettura se la divideranno il finlandese Hanninen in coppia con Tuominen, Chris Atkinson con Prevot e il binomio spagnolo Sordo-Marti. I rallies non sono una novità per Hyundai che ha corso alcune gare nel 2002. Sul cofano della i20 Wrc spicca la lettera N, scelta per distinguere i modelli speciali che Hyundai ha in mente di lanciare in futuro sui mercati continentali.

IN ESTATE ANCHE IN ITALIA IL SUV IX35 FCEV AD IDROGENO – Hyundai è una dei primi brand ad avere in produzione ed in gamma una vettura ad idrogeno: è il Suv ix35 FCEV, pare che arriverà in Italia in estate.

LE VENDITE HYUNDAI NEL NOSTRO MERCATO E In EUROPA – Nel 2013 il marchio Hyundai ha venduto in Italia 38.372 auto. La più richiesta la ix35 (10.926 unità), quindi i10 (8.498), ix20 (7.276), i20 (7.144), i30 (2.882), i40 (906), Santa Fe (601), Veloster (91), Genesis (46), Atos (1), Sonica (1). In Europa, sempre nello scorso anno Hyundai ha venduto 422.930 esemplari (-2,7%) con i30 e ix35 le preferite.

HYUNDAI POSSIEDE IL 34% DI KIA: 47 NOVITA' FINO AL 2017 – “Dobbiamo migliorare l'immagine – ha detto Thomas Oh, vice presidente esecutivo di Kia – e quindi abbiamo lavorato molto sul design, sulla qualità e sulla innovazione. I clienti però ancora non lo percepiscono questo nostro impegno. Con un passato low cost ancora ingombrante non si potranno aumentare prezzi e profitti. Lanceremo 47 novità fino al 2017 puntando sulla sportività e differenziandoci da Hyundai che punterà su una connotzione più classica e premium. Le nostre auto compatte riprenderanno le linee del Concept Curb mostrato al Motor Show di Seul. Inoltre incrementeremo l'offerta di auto verdi”.

Commenta con la tua opinione

X