Il gas metano entra nel paniere Istat

Cambia il paniere dell'Istat per l'inflazione: c'è anche il metano

6 febbraio 2013 - 6:34

Gas metano per autotrazione: è questa la “nuova entrata” più importante del paniere Istat 2013. Che viene utilizzato per il calcolo degli indici dei prezzi al consumo (pagati dall'intera collettività nazionale, e dalle famiglie di operai e impiegati).

COM'È COMPOSTO – Il paniere Istat risulta composto da 1.429 prodotti (1.383 nel 2012), aggregati in 603 posizioni rappresentative (597 nel 2012). Quello utilizzato per il calcolo dell'indice dei prezzi al consumo armonizzato (IPCA) incorpora 1.451 prodotti, aggregati in 608 posizioni rappresentative (602 nel 2012). Entrano anche i Phablet (che combinano le caratteristiche degli smartphone e dei mini tablet) e i tablet trasformabili, utilizzabili anche come notebook, nonché le bevande energetiche. Escono dal paniere le posizioni rappresentative netbook e mediazione civile: la prima perché si è ridotta la spesa delle famiglie destinata a tale bene, la seconda a seguito della sentenza della Corte costituzionale del 24 ottobre 2012, che ne ha cancellato l'obbligatorietà, inizialmente prevista per alcune materie.

IMPORTANZA CRESCENTE – Secondo Dante Natali, presidente di Federmetano, “l'ingresso del metano per autotrazione nel paniere dei beni presi in considerazione dall'Istat per il calcolo dell'inflazione testimonia la crescente importanza dei veicoli a metano nel panorama automobilistico italiano. Il mercato dell'auto nel nostro Paese, infatti, ha visto nel 2012, a fronte di un calo generalizzato delle immatricolazioni di quasi il 20%, l'aumento del 40% delle nuove immatricolazioni di veicoli a metano. Il gradimento degli italiani nei confronti dei veicoli a metano, quindi, è in crescita, grazie soprattutto al fatto che il metano è il carburante più economico tra quelli oggi maggiormente diffusi, e al contempo garantisce una riduzione delle emissioni di sostanze nocive per l'ambiente”. È indubbiamente corretto inserire nel paniere il metano, anche se il dato dell'inflazione che emerge dagli studi Istat non sempre convince tutti gli italiani, che ritengono di dover combattere quotidianamente con un costo della vita superiore a quello teorico: ricordiamo, fra l'altro, che proprio l'inflazione Istat va a incidere sul rincaro biennale delle multe, come accaduto il 1° gennaio 2013. A questo punto, un'ulteriore spinta alla diffusione del metano può essere rappresentata dagli incentivi a favore dell'auto ecologica, che paiono in dirittura d'arrivo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Guida con occhiali: i consigli per farlo in sicurezza

Multe autovelox Ciampino

Multe autovelox: annullate 42 mila sanzioni a Ciampino?

10 errori da non fare con il noleggio auto