Il 63% degli italiani conosce poco o nulla del nuovo codice della strada. Ma c'era da aspettarselo

Il 63% degli italiani conosce poco o nulla del nuovo codice della strada. Ma c'era da aspettarselo Sette automobilisti italiani su dieci sanno che sono state introdotte nuove norme nel codice della strada

Sette automobilisti italiani su dieci sanno che sono state introdotte nuove norme nel codice della strada, ma le conoscono poco. Ma c'era da aspettarselo.

5 Dicembre 2010 - 01:12

Sette automobilisti italiani su dieci sanno che sono state introdotte nuove norme nel codice della strada, ma le conoscono poco. E' un dato allarmante che ci deve fare riflettere, perché evidenzia un approccio superficiale da parte degli utenti, in senso generale, e di carenza di informazione. E' il momento di far nascere una nuova cultura delle regole. Soprattutto al volante.

Esordisce così il comunicato stampa diramato in questi giorni dalla Fondazione ANIA. Tuttavia la notizia non è nuova, o meglio non è così stupefacente come si potrebbe pensare. Le novità del nuovo codice della strada sono state talmente tante (circa 80 articoli sono stati ritoccati) che anche tra le forze dell'ordine regna ancora confusione. Proprio in questi mesi si stanno formando gli agenti e tutto ciò è assurdo, perchè le norme sono in vigore da mesi.

I DATI DELLO STUDIO – Ma vediamo più in dettaglio cosa emerge dallo studio ANIA. Tre italiani su quattro (74%) dichiarano di sapere che a luglio 2010 è entrato in vigore il nuovo Codice della strada, ma il 63% degli intervistati ammette di avere una conoscenza nulla o scarsa delle nuove norme introdotte e solo il 4% le conosce in modo approfondito. Ancor più preoccupante, poi, è la scarsa conoscenza da parte dai neo patentati, soprattutto in relazione alle norme sul tasso alcolemico che li riguardano direttamente (leggi le novità) .

Sebbene il 74% degli italiani intervistati ricordi di aver sentito parlare del nuovo codice della strada, solo un neopatentato su due (57%) ammette di sapere dell'introduzione di nuove norme nel Codice della strada, contro il 77% dei guidatori con esperienza. C'è una maggiore consapevolezza sull'innovazione del codice da parte degli uomini (82%) rispetto alle donne (67%) e una minore conoscenza da parte dei più giovani: quasi il 30% delle persone tra i 16 e i 34 anni ha dichiarato di non sapere che sono state emanate nuove norme.

POCHI CONOSCONO IL TASSO ZERO – Tra i dati più rilevanti e preoccupanti emerge che il 54% di chi ha appena conseguito la patente non conosce la norma sul tasso alcolemico zero nei primi tre anni di patente. Le norme del nuovo codice più conosciute dagli italiani sono quelle relative ad alcol e droga (51%). Entrando nel dettaglio dell'indagine, si riscontra molta confusione e poca informazione. Solo il 5% sa di nuove norme relative alle minicar e i neopatentati scendono al 2%; solo il 2% parla di norme attinenti all'uso del telefonino, poco o nulla si sa relativamente all'abbigliamento, al casco e alle regole di acquisizione del patentino per le due ruote. Solo il 2% sa delle norme relative al rinnovo della patente per gli anziani.

SONO I BOLOGNESI I PEGGIORI D'ITALIA – L'indagine ha posto l'attenzione anche su alcune realtà locali, in particolare, su Bologna risulta che la conoscenza dell'introduzione delle nuove norme del codice della strada è più bassa rispetto alla media italiana (70% vs 75%); Bologna fa registrare la percentuale più bassa di valutazione di efficacia da parte degli intervistati (16% vs 21%) e, al contrario della media della popolazione, i bolognesi ricordano meglio le norme relative alle biciclette e alle sanzioni. Tuttavia sono tra i peggiori d'Italia per la conoscenza delle norme sull'uso dei seggiolini in auto, come vi abbiamo documentato con l'indagine Bimbisicuramente di qualche tempo fa.

Secondo voi la colpa di tutta questa disinformazione dove sta? Noi un'idea ce l'abbiamo…

Commenta con la tua opinione

X