Il 49% delle italiane guida con i tacchi alti, in barba alla sicurezza

Le donne italiane scelgono di essere femminili anche al volante e di non rinunciare al tacco: la metà delle donne italiane (49%) dichiara di non poter

19 febbraio 2011 - 12:33

Le donne italiane scelgono di essere femminili anche al volante e di non rinunciare al tacco pur di essere femminili ed eleganti in ogni circostanza. Un dato allarmante quello emerso da un recente studio della Direct Line che tuttavia si scontra con alcuni studi che descrivono le donne come automobististe prudenti e meno coinvolte in incidenti. E dire che gli uomini, con le stesse calzature, finirebbero per combinare disastri già dopo pochi metri, mentre loro (le donne) hanno evidentemente imparato a guidare anche con questi pericolosi trampoli. Una scelta che però potrebbe rivelarsi pericolosissima in caso di emergenza.

I DATI – Il 18% delle donne fra i 25 e i 34 anni non rinuncia mai al desiderio di assecondare i canoni estetici con un tacco di almeno 10cm anche al volante, indifferenti alle ricerche che dimostrano quanto sia poco consigliabile portare tacchi alla guida (e così facendo anche la pubblicità delle auto si adegua, come vi avevamo documentato circa un anno fa). Mentre il 16% delle donne fra i 35 e 44 anni usano sì il tacco, ma lo scelgono di media altezza (per fortuna). Le donne al volante più prudenti risultano essere le over 35, che per il 37% dei casi usano per guidare scarpe basse e comode. E le più sportive? Le ragazze nella fascia di età tra 18 e 24 anni: ben il 36% guida con le sneakers, più adatte al loro abbigliamento casual.

MEGLIO IL CAMBIO “GOMME” – Dall'analisi dei dati Direct Line si evince che il miglior compromesso tra uno stile di guida comodo e una camminata sensuale è tenere in auto un paio di scarpe di ricambio: questa la scelta del 32% delle ragazze sotto i 24 anni di età, giovani donne che non vogliono farsi trovare impreparate ad ogni occasione. Con l'arrivo, invece, dell'estate e del caldo torrido, lo charme del tacco lascia il posto alla praticità delle infradito: il 14% delle donne le sceglie anche per la guida e tra queste le più 'convinte' si dimostrano essere le under 24 con il 23%.

PRONTE A TUTTO – Un dato interessante che emerge è sicuramente la versatilità delle automobiliste italiane: una donna su quattro (il 24% del campione) dichiara di non avere nessun problema a guidare con qualsiasi tipo di calzatura. L'indagine offre anche uno spaccato a livello regionale: il tacco alto è più utilizzato dalle donne della provincia di Brescia (18%), seguite dalle romane (13%) e dalle cagliaritane (13%). Le scarpe con tacco medio sono le preferite di torinesi (26%) e milanesi (12%). Tacco basso per le donne di Firenze (31%) e Roma (23%). A Palermo le donne che si mettono al volante optano per scarpe comode (30%). Le più glamour le fiorentine: solo il 6% dichiara di utilizzare scarpe sportive al volante.

IL GIUSTO CONSIGLIO – “Alla guida è consigliato calzare sempre scarpe comode e che assicurino un perfetto controllo dell'automobile, non solo per le neopatentate ma anche per le donne più esperte. – commenta Barbara Panzeri, Marketing Director di Direct Line – Anche se il Codice della Strada non indica più alcun tipo di restrizione per le calzature da indossare alla guida, è pur sempre vero che un tacco molto alto, anche se espressione di femminilità, potrebbe creare instabilità. E quando si è al volante non bisogna mai sottovalutare la sicurezza”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Toyota Aygo X Cross: sistemi di assistenza lenti nel test dell’alce

Kia Polonia: cartello su auto nuove, l’accusa dell’Antitrust

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021