I neo patentati hanno paura di guidare

Un'indagine americana spiega perché molti giovani neopatentati abbiano paura di guidare

30 marzo 2012 - 17:30

Una nuova ricerca effettuata da Ingenie®, la compagnia assicurativa inglese dedicata ai giovani automobilisti, ha scoperto che gran parte dei giovani tra i 17 e i 25 anni non sono realmente pronti a guidare anche se hanno preso la patente.

L'INDAGINE – L'indagine è stata effettuata in collaborazione con RoadSafe®, l'agenzia per la sicurezza stradale americana, che ha preso in considerazione 1.000 giovani automobilisti statunitensi che sono stati sottoposti a diversi test il cui scopo era quello di identificare il loro livello di sicurezza e consapevolezza alla guida.

I RISULTATI – I risultati dei test hanno evidenziato come più del 50% dei giovani automobilisti ammette di essersi sentito nervoso, in ansia e impaurito le prime volte che si è messo su strada, dopo aver preso la patente. Gli automobilisti maschi tra i 17 e 25 anni, se si dimostrano più sicuri rispetto alle femmine, ammettono di aver rischiato di incorrere più volte in incidenti, nel primo mese da neo patentati. Forse a causare tutto il disagio e il rischio sono anche le poche ore di lezione di guida che i giovani automobilisti hanno preso. Sembrerebbe infatti che l'89% degli intervistati ne abbia svolte di meno rispetto alle 40 minime previste.

DIMMI CON CHI VAI… – Dall'indagine è emerso anche che i giovani automobilisti dichiarano di cambiare stile di guida a seconda dei passeggeri che hanno a bordo. Per esempio, con gli amici la guida è più rilassata e “spericolata” mentre con i genitori è più tesa e rispettosa delle regole previste dal Codice della Strada.,

NIENTE DI NUOVO – Secondo la dottoressa psicologa Lisa Dorn, i dati rilevati preoccupano, ma non sorprendono: “i giovani ottengono la loro patente con meno di 40 ore di lezione di guida – ha dichiarato – e di conseguenza sono poco preparati rispetto a quanto dovrebbero, ecco perché si sentono in ansia e rischiano maggiormente di avere incidenti”.

QUESTIONE DI MATURITA' – Il CEO di RoadSafe, King, ritiene che il problema riguardi il lobo frontale del cervello, che si sviluppa del tutto raggiunti i 25 anni di età. Questo significa, secondo King, che i giovani automobilisti prendono la patente prima di essere completamente maturi e afferma che, se continuassero a prendere lezioni di guida, dopo avere preso la patente, magari allenandosi di notte, i giovani potrebbero essere più preparati e, di conseguenza, più sicuri di loro stessi. “Dall'indagine effettuata – dichiara King – risulta evidente che molti giovani credono che la tecnologia installata nelle auto serva per ridurre i costi, ma in realtà non comprendono che il vero potenziale di questi strumenti sta nella loro capacità di perfezionare le loro prestazioni di guida, così da educarli e renderli parte di una comunità di guidatori migliori”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Colonnine elettriche nei condomini

Colonnine elettriche nei condomini: come organizzarsi

Test pneumatici invernali 235/35 R19: misure grandi in difficoltà nel 2019

Auto usate certificate Hyundai: arriva la formula soddisfatto o restituisci