I disabili non hanno diritto alla sosta gratuita sulle strisce blu

La Polizia Municipale di Gravina in Puglia informa la cittadinanza sul fatto che i disabili non hanno diritto alla sosta gratuita sulle strisce blu, onde evitare problemi di natura interpretativa ...

18 Marzo 2010 - 10:03

La Polizia Municipale di Gravina in Puglia informa la cittadinanza sul fatto che i disabili non hanno diritto alla sosta gratuita sulle strisce blu, onde evitare problemi di natura interpretativa in merito all'applicazione di alcune norme del codice della strada.

A tal proposito, la Cassazione civile sez. II (sentenza n. 21271 del 05.10.2009) ha chiarito che anche il disabile che non ha pagato il parcheggio è soggetto a sanzione amministrativa anche se tale circostanza è collegata al fatto di non aver trovato posto negli spazi appositamente riservati. Per farla breve, il disabile deve pagare l'Ente che gestisce la segnaletica.

Emblematica a questo riguardo è la sentenza n.21271 del 2009 della Cassazione che ha bocciato un ricorso di un uomo che, nonostante avesse esposto un valido contrassegno, era stato multato per non aver pagato il ticket sulle strisce blu.

fonte – gravinaonline.it

1 Commento

francesca
14:43, 29 Ottobre 2010

Il giudice ha accolto il ricorso per ticket disabili , ho motivato l'istanza con 3 motivi ,ma non so quale abbia accolto : a)E' nullo il verbale di accertamento e contestazione per sosta vietata in un'area di parcheggio a pagamento se nella zona non è presente anche un'area di parcheggio libera. Sezioni Unite della Cassazione, con la sentenza n. 116 del 9 gennaio 2007 b)LEGGE 246/2005 Nei parcheggi con oltre 50 posti o frazioni di 50 deve essere riservato un posto per i diversamente abili.I P.E.B.A o Piani per l'Eliminazione delle Barriere Architettoniche(art. 32 della legge 41/86 e art. 24 comma 9 della legge 104/92)c)D.P.R. 24/07/96 n. 503, d)cassazione 2009 L'obbligo del pagamento di una somma è, invece, cosa diversa dal divieto o limitazione della sosta, come del resto è confermato dall'art. 4 C.d.S., comma 4, lett. d), (per il quale l'ente proprietario della strada può “vietare o limitare o subordinare al pagamento di una somma il parcheggio o la sosta dei veicoli”), che li considera alternativi. Il giudice di pace non menziona però “5. Nell'ambito dei parcheggi o delle attrezzature per la sosta, muniti di dispositivi di controllo della durata della sosta ovvero con custodia dei veicoli,che sono anch'essi a pagamento devono essere riservati gratuitamente ai detentori del contrassegno almeno 1 posto ogni 50 o frazione di 50 posti disponibili.” percò se fosse un fattore meramente economico a)contrario norme tutela disabile b)non è vero perchè la custodia è a pagamento . spero possa esservi d'aiuto.

X