I diritti dei ciclisti. E quelli degli automobilisti

Car2go evidenzia il decalogo che l'automobilista deve seguire per rispetta il ciclista. Ovviamente, esiste anche un decalogo per il ciclista

12 febbraio 2014 - 6:05

Come migliorare il rapporto fra automobilista e ciclista? Questione di cultura e mentalità. Certo, poi l'infrastruttura viabilistica italiana non è il massimo, è stata concepita non benissimo, e la manutenzione ordinaria e straordinaria lascia a desiderare. Certo, la segnaletica non sempre è corretta e chiara. Ma è utile il decalogo di Car2go (servizio di car sharing) e bikeitalia.it per promuovere la sicurezza stradale: ecco 10 comandamenti per l'automobilista.

  1. Prima di aprire la portiera, guarda sempre nello specchietto retrovisore: potrebbe arrivare un ciclista (o un pedone) di cui non ti eri accorto;
  2. Quando ti fermi a un semaforo o a uno stop, ricordati di lasciare almeno un metro a destra per far passare eventuali ciclisti;
  3. Non lasciare l'auto in doppia fila neppure per un minuto: costringeresti i ciclisti a fare manovre molto pericolose (e comunque intralci il traffico;
  4. Ricordati sempre di dare la precedenza ai pedoni sugli attraversamenti pedonali e ai ciclisti sugli attraversamenti ciclabili;
  5. Quando sorpassi una bicicletta, lascia sempre uno spazio di almeno un metro e mezzo: chi va in bici potrebbe sbandare proprio nel momento del sorpasso e se la strada è stretta, aspetta qualche secondo;
  6. Quando sorpassi un ciclista, metti la freccia in modo da segnalare all'auto dietro di te la presenza della bicicletta;
  7. Non sorpassare una bicicletta se poco più avanti devi svoltare a destra: a nessuno piace vedersi tagliare la strada;
  8. Non frenare all'ultimo momento in prossimità degli attraversamenti pedonali: chi va a piedi vuole essere sicuro di essere visto;
  9. Non abusare del clacson: il ciclista si potrebbe spaventare, sbandare e cadere;
  10. Sii gentile con gli altri utenti.

IN MODO ANALOGO… – Allo stesso modo, e senza intenti polemici, ma solo al fine di migliorare la sicurezza stradale, ecco un decalogo di SicurAUTO.it per i ciclisti. In modo che costoro rispettino gli automobilisti e i pedoni (utenti, questi ultimi, più deboli di chi va in bici).

  1. I ciclisti devono condurre il veicolo a mano in un caso specifico: se per le condizioni della circolazione, sono di intralcio o di pericolo per i pedoni. Diventano allora identici ai pedoni e devono usare la comune diligenza e prudenza;
  2. Chi va in auto non può guidare parlando col cellulare in mano. E chi va in bici? Idem. Perché si è meno reattivi nel caso in cui si deve frenare o cambiare direzione;
  3. Ai ciclisti è vietato trainare veicoli, salvo nei casi consentiti dalle presenti norme, condurre animali e farsi trainare da altro veicolo;
  4. Di notte, la bici deve avere le luci accese: non ci stancheremo mai di ripeterlo;
  5. Sul contromano si fa una grande e pericolosa confusione: se procedere controsenso è vietato, mai farlo in bici. Se sui forum online trovate chi dice il contrario, sappiate che racconta fandonie;
  6. Il limite di mezzo grammo di alcol per litro di sangue vale sia per le auto sia per le bici. E non si può condurre nessun mezzo in stato alterato;
  7. Questo riguarda i pedoni: un ciclista deve rispettarli. Mai circolare sul marciapiede: è vietato. Leggi qui il ciclista pirata della strada;
  8. In città no, ma fuori dai centri urbani sì: il ciclista deve indossare il gilet rifrangente durante le ore notturne e in galleria;
  9. I ciclisti devono procedere su unica fila in tutti i casi in cui le condizioni della circolazione lo richiedano e, comunque, mai affiancati in numero superiore a due; quando circolano fuori dai centri abitati devono sempre procedere su unica fila, salvo che uno di essi sia minore di anni dieci e proceda sulla destra dell'altro;
  10. I ciclisti devono avere libero l'uso delle braccia e delle mani e reggere il manubrio almeno con una mano; essi devono essere in grado in ogni momento di vedere liberamente davanti a sé, ai due lati e compiere con la massima libertà, prontezza e facilità le manovre necessarie.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali