I 4 giganti delle assicurazioni sotto inchiesta dell'Antitrust

L'Antitrust ha appena aperto un'istruttoria sul gotha del mondo assicurativo italiano che comprende Generali, Ina Assitalia, Fondiaria Sai e Unipol

26 novembre 2012 - 10:20

Generali, Ina Assitalia, Fondiaria Sai e Unipol entrano nell'occhio del ciclone, ovvero dell'Antitrust che, proprio in questi giorni, ha aperto un'istruttoria sul gotha del mondo assicurativo italiano. E stiamo parlando di quei signori, poveretti, che non sanno come fare per abbassare il premio dell'R.C. Auto a causa degli innumerevoli “colpi di frusta” fasulli propinati da noi comuni mortali ai loro danni.

GARE MANIPOLATE -Insomma pare che i quattro giganti assicurativi italiani, che inglobano una miriade di altre consociate, siano stati colti con le mani nel vaso della marmellata. Sembrerebbe, infatti, che i “fab four” siano coinvolti in un'”intesa restrittiva della concorrenza nel settore del trasporto pubblico locale”. Tradotto in parole povere, vorrebbe dire che al momento di rinnovare i contratti R.C. Auto con le varie compagnie di trasporto pubblico dei comuni di Bari, Salerno, Padova, Avellino, Otranto, Napoli, Torino e Catania, ‘ricicciavano' sempre i ‘soliti noti' perché le gare, appositamente istituite dagli enti locali, andavano deserte, favorendo in tal modo la trattativa privata con le compagnie già erogatrici del servizio.

BEN 45 GARE TRUCCATE – La decisione dell'autorithy Antitrust, guidata dal presidente Giovanni Pitruzzella, è stata presa il 14 novembre scorso, dopo aver constatato che su 45 gare, indette negli ultimi cinque anni, dalle otto aziende di trasporto locale di cui sopra, 35 sono andate deserte e 10 hanno avuto come unica offerta quella delle società già fornitrici del servizio.

COORDINAMENTO TRA LE QUATTRO SOCIETÀ – Il provvedimento è stato notificato il 22 novembre alle parti interessate nel corso di alcune ispezioni effettuate in collaborazione con il Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza. Secondo l'Antitrust: “Gli elementi raccolti consentono di ipotizzare l'esistenza di un coordinamento tra le quattro società volto a limitare il confronto concorrenziale tra le stesse nella partecipazione alle procedure per l'affidamento dei servizi assicurativi delle Aziende di TPL localizzate su varie aree del territorio nazionale”. Districare il bandolo della matassa per gli inquirenti sarà piuttosto complicato, visti anche i recenti procedimenti giudiziari, ancora irrisolti, sulla fusione tra FonSai e Unipol. SicurAUTO.it, come sempre, vi terrà informati sull'evolversi della situazione.

di Gabriele Bolognini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Sinistro catastrofale

Sinistro catastrofale: che cos’è e come viene gestito

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”