Honda svela la nuova tecnologia per unire acciaio e alluminio

Unendo acciaio e alluminio insieme le auto Honda saranno più ecologiche e sicure

21 febbraio 2013 - 7:00

Non si tratta di una nuova lega metallica ma di una tecnologia di assemblaggio innovativa che consentirà alle auto Honda maggiore leggerezza e stabilità. I tecnici della Casa nipponica hanno sviluppato una nuova tecnica per unire l'acciaio e l'alluminio degli sportelli senza ricorrere alle convenzionali saldature ad arco.

CUCITI COME TESSUTO – L'adozione di materiali leggeri è l'asso nella manica dei Costruttori per riuscire a rispettare i severi limiti imposti dalla Commissione europea nel 2020, ma costruire un'auto interamente d'alluminio è più facile a dirlo che a farlo. Honda Motor Co. ha messo a punto una tecnica che consente di sfruttare i pregi dell'acciaio e dell'alluminio, usandoli entrambi per costruire gli sportelli laterali della nuova Acura RLX che sarà venduta in America dal prossimo mese di marzo. I due metalli hanno peculiarità e caratteristiche meccaniche molto differenti che hanno costretto gli ingegneri giapponesi ad escogitare un modo per tenere a bada il principale ostacolo di questo accoppiamento eterogeneo: la differente dilatazione termica dei due materiali.

IL CALORE, FATTORE DA CONTROLLARE – Honda ha sviluppato tre differenti tecnologie per accoppiare il pannello interno d'acciaio al pannello esterno d'alluminio delle portiere, trovando una soluzione alla saldatura di materiali differenti, alla corrosione che potrebbe innescarsi tra i lamierati e alla deformazione termica (in gallery le differenze tra la saldatura a punti e la bordatura). Per unire le due lamiere stampate di metalli differenti, viene praticata un'orlatura doppia (la tecnica ricorda l'aggraffatura dei contenitori metallici). Il gap provocato dall'orlo viene riempito con un sigillante che ne previene la corrosione mentre un agente adesivo con un ridotto modulo elastico controlla la dilatazione termica degli assemblati.

PIU' STABILE IN CURVA – Il principale vantaggio che Honda dichiara di percepire dall'introduzione di questa nuova tecnologia è l'abolizione delle saldature a punti (Spot Welding), convenzionalmente diffuse nell'industria automobilistica per unire elementi di acciaio della struttura e della carrozzeria. Il nuovo processo, inoltre, non richiede una linea di produzione dedicata e può essere integrato alle linee di produzione esistenti senza particolari stravolgimenti. Il beneficio per gli automobilisti è invece tangibile attraverso la riduzione di peso dell'auto che conferisce alla guida maggiori doti dinamiche. Il peso degli sportelli si ridurrebbe di circa il 17% contribuendo direttamente alla riduzione complessiva delle masse a vantaggio dei consumi di carburante ed emissioni inferiori. Posizionando il pannello di alluminio, più leggero dell'acciaio,  all'esterno degli sportelli si concentra il punto di gravità dell'auto aumentando la stabilità delle berline giapponesi.

1 commento

Donato
23:12, 27 febbraio 2013

Gentile lettore,
come può leggere dall'articolo, Honda ha sviluppato la nuova tecnologia di accoppiamento acciaio-alluminio risolvendo gli inconvenienti caratteristici attraverso l'impiego del processo innovativo di orlatura con sigillanti e isolanti adesivi.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Batteria Telepass scarica o difettosa: come risolvere

Limiti di velocità: perché l’obbligo del sistema ISA sarebbe inefficace

Trasporto passeggino in auto: come fare e i modelli più comodi 2020