Guida autonoma: le prime 10 Volvo circolano in Svezia

Guida autonoma: le prime 10 Volvo circolano in Svezia La fase sperimentale del progetto Drive Me è entrata nel vivo

La fase sperimentale del progetto Drive Me è entrata nel vivo, con la messa su strada delle prime 10 auto a guida autonoma

29 Aprile 2014 - 03:04

Drive Me è il nome che Volvo ha scelto per il suo progetto di guida a autonoma che coinvolge cento auto che circolano tutti i giorni sulle strade pubbliche svedesi in tutte le condizioni di traffico e meteo. Questa almeno è la teoria di un piano che è stato presentato alla fine del 2012 e che ha già compiuto diversi passi importanti. Oggi la casa svedese ha comunicato che le prime dieci auto di Drive Me stanno effettivamente circolando nella città di Göteborg e che la sofisticata tecnologia di guida autonoma si sta comportando egregiamente.

I PRIMI DIECI PROTOTIPI SONO ATTIVI – “Queste prime auto prototipo sono in grado di seguire perfettamente le linee della strada e il flusso del traffico, di adattare la velocità e di immettersi nel traffico senza che nessun comando venga impartito dal guidatore. Si tratta di un passo avanti fondamentale nel nostro percorso che porterà le auto di Drive Me a percorrere l'intero percorso prestabilito in modalità autonoma – ha dichiarato Erik Coelingh, Responsabile Tecnico di Volvo – Questa tecnologia, che potremmo chiamare pilota automatico, permette al guidatore di lasciare al sistema la guida del veicolo, mentre tiene comunque sotto controllo tutte le funzioni e i comandi”.

LE AUTO NEL TRAFFICO REALE – Quello che rende unico il progetto Drive Me è che coinvolge tutti gli attori chiave della guida autonoma: il legislatore, le autorità dei trasporti, gli amministratori della città, la casa automobilistica e i consumatori reali. Sono proprio questi ultimi, infatti, a guidare le cento auto nelle condizioni di traffico di tutti i giorni, in un percorso di circa cinquanta chilometri selezionato nell'aerea di Göteborg. Si tratta delle tipiche strade che i pendolari percorrono tutti i giorni, come le arterie di grandi scorrimento e le autostrade, che comportano marcia ad alta velocità ma anche code e incolonnamenti.

IL FUTURO DELLA MOBILITA' – “Göteborg è la città natale di tutte le Volvo, ma ora è anche diventato il primo campo di prova al mondo per le auto a guida autonoma impegnate nella guida di tutti i giorni. In questo modo Volvo dimostra la sua leadership tecnica, mentre la Svezia conferma il suo ruolo di pioniere nell'integrazione dei veicoli a guida autonoma – ha aggiunto Coelingh – Questo sistema di pilota automatico ci fornirà moltissime statistiche che ci potranno spiegare i benefici della guida autonoma, incluso il ruolo delle auto che contribuiranno a  migliorare il traffico cittadino. Crediamo che i nostri veicoli intelligenti svolgeranno un ruolo chiave nelle soluzioni future, a patto che tutta la società abbia un approccio dalla visione aperta nell'offrire la mobilità personale del futuro. In conclusione, credo che questa forma di cooperazione sia l'unico modo per implementare con successo i veicoli a guida autonoma”.

Commenta con la tua opinione

X