Guida Accompagnata: il corso costerà almeno 400 euro

Il 17enne che vuole fare il corso di Guida Accompagnata dovrà pagare attorno ai 400-500 euro

20 aprile 2012 - 13:30

Un'ottima idea, ma molto costosa. Parliamo della Guida Accompagnata: un 17enne con la patente A1 per le moto fa pratica (dal 23 aprile) al volante, purché accanto sieda una persona designata, un guidatore esperto con determinati requisiti (vedi qui tutte le informazioni). Così, a 18 anni, i giovani arrivano preparati meglio per affrontare gli esami di patente B. Il fatto è che il ragazzo (o meglio, i genitori del giovane) deve sborsare per il corso pratico propedeutico alla Guida Accompagnata una bella cifretta: stando alle informazioni che abbiamo raccolto, siamo attorno ai 400-500 euro da versare in autoscuola per le “guide” obbligatorie.

I CONTI TORNANO – In effetti, 400 euro paiono verosimili. Grosso modo, 30 minuti di “guida in autoscuola” costano 15 euro. Quindi, per un'ora si sale a 30 euro. Il problema è che il corso pratico propedeutico alla Guida Accompagnata richiede anche due ore in condizioni di visione notturna, e così il prezzo sale. Considerando che le giornate si allungheranno e che la luce solare ci sarà sino alle nove di sera, le “guide” notturne si terranno molto tardi: l'autoscuola dovrà, per forza di cose, remunerare l'istruttore più del normale, più delle “guide” di giorno. Va pure calcolato che qualcosa in tasca all'autoscuola stessa deve rimanere.

ATTESTATO – Al termine dello svolgimento del corso di 10 ore, l'autoscuola avrà l'obbligo di rilasciare al minore un attestato di frequenza. Sì, il genitore, d'intesa con l'autoscuola, potrà ottenere che il figlio faccia altre ore di lezione, ma visti i prezzi questo pare improbabile. Con l'attestato, il minore potrà richiedere in Motorizzazione l'autorizzazione alla Guida Accompagnata.

PERICOLO TRUFFE – Inutile essere ipocriti e nascondersi dietro un dito: anche in questo caso, in Italia, c'è il pericolo truffe. Un'autoscuola disonesta può chiedere un piccolo rimborso per simulare il corso pratico di 10 ore (anziché i 400 euro): viene dato un vero attestato, con le “guide” che non sono mai state svolte. Con tutte le conseguenze negative a livello di sicurezza stradale, visto che si dà la possibilità a un 17enne di guidare senza avere mai fatto pratica. Questa eventualità verrà scongiurata solo se e quando le auto delle scuole guida avranno la scatola nera: questa registrerà tutti gli spostamenti, e non si potrà barare.

LA NUOVA GUIDA PER I GENITORI – Al di là del prezzo del corso, è intelligente l'idea del network La Nuova Guida (prima rete di autoscuole in Italia con 200 punti sul territorio): propone un kit specifico di formazione per la Guida Accompagnata che comprende, oltre alle 10 ore di corso dei ragazzi, anche la formazione per gli accompagnatori, come previsto in Francia. Prima, c'è un incontro con i genitori per sensibilizzarli sugli aspetti più importanti della formazione alla guida; poi, un'ora di lezione con gli istruttori in auto per condividere i princìpi della guida responsabile, a cominciare dalla postura corretta. Al termine delle lezioni obbligatorie, gli istruttori incontrano i genitori per condividere la valutazione finale dell'allievo: si inquadrano le criticità su cui lavorare. E periodicamente, si potranno fare incontri con gli accompagnatori per verificare i miglioramenti dell'aspirante patentato.

SI RISPARMIERA' DOPO? – Teoricamente, dopo che il minore avrà acquisito dimestichezza con l'auto, tra il foglio rosa del 18enne (occhio a non confondere Guida Accompagna e Foglio Rosa) e la patente ci sarà solo l'esame finale. Quindi, in teoria, si tratterebbe solo di un'anticipo di spesa. Tuttavia, in un periodo di vacche magre come questo, ci saremmo aspettati costi sicuramente inferiori e poi ricordiamo che il corso in autoscuola oggi è obbligatorio, mentre prima (con la classica patente) era facoltativo. Un vero business per le autoscuole.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto usate certificate: le garanzie di Ford Approved

10 errori da non fare con l’importazione auto dall’estero

Le 10 auto usate economiche con più km vendute a gennaio 2020