Great Wall premia al Motor Show di Bologna i migliori video sulla sicurezza stradale

Nella cornice della kermesse motoristica bolognese, un regista toscano ha vinto il primo premio presentando un originale spot che esorta a guidare con la cintura di sicurezza allaciata

14 dicembre 2010 - 6:00

Il costruttore cinese, presente al 35° Motor Show di Bologna, ha assegnato ieri (12 dicembre) nel suo stand i premi del 4° “Festival Spot & Film per la sicurezza stradale”. Tra i 10 finalisti, il primo premio è andato a un regista professionista di Prato, Fabrizio Nigro, che ha vinto con un video intitolato “Trascendentale”. Riteniamo positivo che Great Wall abbia deciso di sponsorizzare la manifestazione, e ci auguriamo che intenda profondere altrettanto impegno a favore della sicurezza delle sue vetture.

SENZA CINTURA – Nel video, una ragazza passeggia tranquillamente ascoltando musica con le cuffie auricolari e, accingendosi ad attraversare la strada su un passaggio pedonale, se le toglie per rendersi conto di qualche vettura in arrivo, guarda diligentemente a sinistra e a destra e, infine, attraversa. Improvvisamente i suoi jeans, a vita bassa e indossati senza cintura, le si abbassano facendola inciampare e cadere in mezzo alla strada mentre sopraggiunge una vettura. Il filmato si chiude tristemente con una ripresa ravvicinata di una delle sue scarpe e con la scritta “Claudia, 20 anni, non indossava la cintura”.

COINCIDENZE – Il secondo premio l'ha vinto ill cortometraggio “Da qualche parte in città” del regista nordafricano Hedy Kryssane, in cui tre amiche uscite da una discoteca si dirigono in auto verso casa. Del gruppo dovrebbe far parte una terza ragazza che tuttavia non è molto gradita alla guidatrice, che inventa una scusa per non ospitarla a bordo e la costringe a chiamare il padre che la verrà a prendere con un furgone. Dopo aver accompaganto a destinazione le altre due, la proprietaria della vettura incappa in un terzetto di giovani su un grosso Suv che cominciano a seguirla e a importunarla. Non riuscendo ad attirare la sua attenzione, il guidatore del Suv inizia una pericolosa gimkana durante la quale la giovane, tentando di superarlo, si schianta contro un furgone che sopraggiunge in senso inverso: proprio quello del padre della quarta ragazza che si sta recando a prendere la figlia.

CLIC – Terzo premio ad Antonio Fanteria, di Grosseto, per un video intitolato “Clic”, di contenuto un po' “forte”, come il primo: una giovane coppia gioca alla lotteria e vince una grossa somma. Per festeggiare il fortunato evento si reca in un locale con un gruppo di amici dove, ovviamente, l'alcol scorre a fiumi. Tornando a casa in auto, la coppia è visibilmente un po' su di giri, e lo si capisce dalle inquadrature sulle ruote della vettura, che supera più volte la linea di mezzeria senza motivo se non lo scarso controllo del guidatore. Durante il tragitto, il ragazzo e la compagna rincarano la dose, attaccandosi ripetutamente alla bottiglia di spumante, mentre la velocità sale di pari passo con l'euforia. La telecamera si spegne nei pressi di una curva, facendo intuire che l'auto s'è schiantata contro il guard-rail. Il video termina con lo slogan “Non bere prima di guidare, MAI! Nessuna occasione è tanto speciale quanto la vita”.

GUIDO PER VIVERE – I 10 video finalisti sono visibili sul sito dell'associazione Guido per Vivere, un'Onlus che dichiara di battersi da anni a favore della sicurezza stradale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Milano, Area B: sino a 483 mila auto vietate dal 1° ottobre

Brand auto: oltre 1 su 2 ricompra Toyota. La classifica 2022

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online