Google e l'auto che si guida da sola: ma non è una novità

Google ha appena dichiarato di aver testato per oltre 200.000 km una speciale Google Car in grado di guidare in tutta sicurezza da sola, prendere decisioni in tempo reale senza distrarsi e persino...

11 ottobre 2010 - 0:01

Google ha appena dichiarato di aver testato per oltre 200.000 km una speciale Google Car in grado di guidare in tutta sicurezza da sola, prendere decisioni in tempo reale senza distrarsi e persino mettere la freccia per segnalare i suoi spostamenti. Insomma già le premesse la eleggono migliore auto-automobilista del secolo.

Tuttavia non è il solo progetto che va in questa direzione. Ricordo di aver visto già tantissimi anni fa il progetto italiano ARGO, di cui vi parlavo in questa news, una vera pietra miliare della robotica veicolare. Poi ci sono tanti altri prototipi realizzati con il patrocinio di importanti università sparse in tutto il mondo. Ricordo anche che l'associazione nazionale dei non vedenti americani ne ha sponsorizzato uno, con la speranza di poter riconquistare una mobilità propria. Anche se questo progetto, in realtà, prevede sempre un'interazione umana attuata attraverso speciali stimoli sensoriali.

La Google car, una speciale Toyota Prius dotata di telecamere e software dedicato, sembra essere l'unico progetto davvero convincente. Ha già percorso oltre 200.000 km senza mai avere un incidente, anzi solo uno causato da un'auto che non ha rispettato il rosso. Come si può notare questa particolare auto non è ancora in grado di proteggerci dagli automobilisti distratti, ma se tutte le automobili fossero come lei? C'è da pensare che gli incidenti diminuirebbero drasticamente.

Ok, ci possono essere i soliti errori software, delle telecamere etc., ma sono pronto a scommettere che, se ben testati, questi sistemi saranno molto più affidabili dei nostri sensi. Quante volte al giorno ci distraiamo alla guida, quante volte ci capita di non vedere un semaforo per tempo? Tante, forse pure troppe. Ed è solo per una pura casualità che non rimaniamo coinvolti in un incidente.

Google dichiara che saranno necessari ancora 8 anni di sperimentazioni per andare sul mercato. C'è chi dice che sarà un flop, ma i 200.000 km percorsi senza grossi problemi sono più di una semplice speranza. Ovviamente, qualora l'auto fosse realmente prodotta, ci vorranno decenni prima che tutte le auto in circolazione assomiglino a questa, per il momento per ridurre gli incidenti stradali non resta che continuare a lavorare sulla triade uomo-veicolo-ambiente.

Piccola nota: prima che quest'auto possa entrare in commercio restano da sistemare due questioni. Una legata al codice della strada e una assicurativa (chi è colpevole se l'auto sbaglia? Il produttore o il guidatore?). Per il momento sembra che Google abbia ottenuto una speciale autorizzazione dalla motorizzazione civile americana e dalla Polizia della California affinché il progetto continui e l'auto possa scorrazzare per le strade. Unico obbligo: che vi sia sempre a bordo un pilota “passivo”.

Ma su Youtube si trova un filmato dove la Google Car sembra essere totalmente da sola… nel secondo si vede l'ottima gestione dell'uscita da un'autostrada, indicatore di direzione compresto. Maggiori info sul progetto nel sito del New York Times

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Lo Psicologo del Traffico 15 anni dopo: chimera o realtà?