GM e Honda insieme per le fuel cell di nuova generazione

General Motors e Honda hanno annunciato un accordo per sviluppare insieme le celle a combustibile

3 luglio 2013 - 9:56

Nel mondo dell'auto ci sono tecnologie che, nelle preferenze delle case costruttrici, scompaiono in alcuni periodi per tornare nuovamente alla ribalta in altri. È il caso delle celle a combustibile, su cui tanti marchi hanno fatto ricerca e presentato prototipi, anche funzionanti, già dagli anni 90. Ma per una serie di motivazioni, tra cui i costi elevatissimi di questa tecnologia, le fuel cell non si sono mai rivelate pronte per la produzione in grande serie. Ora General Motors e Honda hanno annunciato un accordo di lungo periodo per sviluppare insieme un sistema di celle a combustibile di nuova generazione con nuove tecnologie di stoccaggio dell'idrogeno, puntando come obiettivo temporale al 2020.

DUE MARCHI LEADER NELLE FUEL CELL – GM e Honda hanno deciso di collaborare, allo stesso modo di alte Case automobilistiche, per sviluppare avanzate infrastrutture di rifornimento, fondamentali per la sostenibilità a lungo termine e per la diffusione dei veicoli fuel cell tra i consumatori. Questo accordo vede impegnati i due leader nelle tecnologie per le celle a combustibile. Secondo il Clean Energy Patent Growth Index, infatti, GM e Honda sono rispettivamente al primo e al secondo posto nella graduatoria dei brevetti a celle a combustibile depositati tra il 2002 ed il 2012, con più di 1.200 totali.

I RISULTATI DI GM E HONDA – Il Programma Project Driveway di General Motors lanciato nel 2007, per esempio, ha accumulato quasi 3 milioni di miglia di guida effettiva con una flotta di 119 veicoli alimentati a idrogeno. Honda, invece, ha iniziato lo sviluppo della Honda FCX nel 2002 con 85 esemplari marcianti negli Stati Uniti e in Giappone, incluso il modello più recente FCX Clarity, che nel 2009 è stata nominata World Green Car. Inoltre, Honda prevede di lanciare nel 2015 il nuovo modello di FCX Clarity in Giappone, negli Stati Uniti e poi in Europa. GM, invece, non ha ancora annunciato i suoi piani dettagliati per la produzione in serie di auto fuel cell.

I VANTAGGI DELLE FUEL CELL – La tecnologia a celle a combustibile può significare decisi passi in avanti su molte delle grandi sfide a cui è chiamato il settore automotive, come la dipendenza dal petrolio, la riduzione delle emissioni, l'efficienza dei propulsori, l'autonomia e i tempi di rifornimento. I veicoli a celle a combustibile sono alimentati con idrogeno rinnovabile ottenuto da fonti come l'eolico e le biomasse, le uniche emissioni che producono sono fatte di vapore acqueo. Le auto fuel cell, già allo stadio attuale della tecnologia, garantiscono autonomie fino a 600 chilometri e necessitano al massimo di 3 minuti per completare un rifornimento. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Lo Psicologo del Traffico 15 anni dopo: chimera o realtà?