Gli automobiliti italiani e il cibo

La compagnia assicurativa Direct Line ha svolto un sondaggio sulle abitudini alimentari degli automobilisti italiani durante i viaggi. La maggioranza preferisce gli autogrill, pochi mangiano in auto

27 luglio 2011 - 7:00

Il Centro Studi e Documentazione della compagnia assicurativa Direct Line ha effettuato una ricerca sotto forma di sondaggio per capire come si nutrono gli italiani durante i viaggi in auto.

MEGLIO L'AUTOGRILL – I risultati dell'indagine indicano che tra le varie soluzioni scelte dagli italiani per cibarsi mentre sono in viaggio quella preferita (dal 57% degli intervistati) è di effettuare una sosta nelle aree di servizio autostradali. Il 27%, invece, si ferma per consumare il cibo portato da casa, mentre un 11% di buongustai esce dall'autostrada e si reca in un ristorante locale. Il 3%, infine, non abbandona mai il volante e si nutre guidando, magari facendosi imboccare da chi siede accanto. Tra chi opta per la prima soluzione c'è un'alta percentuale di bresciani (77%), mentre la seconda viene preferita da parecchi palermitani (il 30%). Coloro che scelgono il ristorante tipico fuori dall'autostrada sono in prevalenza di Cagliari (24%) mentre i frettolosi che mangiano mentre guidano sono in prevalenza milanesi (7%).

IL FRIGO, SOPRATTUTTO – Se potessero scegliere un elettrodomestico da installare in auto, il 43% degli italiani deciderebbe per un frigorifero, il 20%  per la macchina per il caffé espresso (preferita dal 22% delle donne contro il 18% degli uomini). Solo il 5% vorrebbe un forno a micoonde e ancora meno (4%) un bollitore. Il cibo da asporto è la soluzione scelta dai giovani (25%), il 31% dei quali dichiara di iniziare addirittura a mangiarlo ancora prima di arrivare a destinazione. I meno giovani (oltre 35 anni) sono attenti alla pulizia della loro auto e il 13% di loro afferma addirittura di aver vietato ai passeggeri di mangiare snack, dolci e panini a bordo.

L'IMPORTANTE È MASTICARE – Quanto agli alimenti preferiti, il 42% degli italiani porta in auto dei chewingum e li consuma a bordo tutto l'anno, mentre il 37% preferisce delle caramelle. Gli snack dolci sono la soluzione scelta dal 10% (tra i più giovani il valore sale al 15%), mentre quelli a basso apporto di calorie sono preferiti da persone tra i 35 e i 45 anni (9%). Gli snack salati fanno gola all'11% e la frutta fresca all'8%.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Auto nuova diesel: il 71% degli italiani indecisi sull’acquisto

Consiglio acquisto SUV: budget fino a 25.000 euro

Skoda testa l’app per ricevere le consegne in auto