Germania Italia che differenze…

Germania Italia che differenze.... Per lavoro sono andato in Germania per una settimana. Ho notato parecchie differenze rispetto alle nostre abbitudini, così ho deciso di scrivere due righe..

21 marzo 2010 - 18:42

Germania Italia che differenze….

 

Per lavoro sono andato in Germania per una settimana…

Ho notato parecchie differenze rispetto alle nostre abbitudini, così ho deciso di scrivere due righe (facilmente qualcuna di più).

Iniziamo raccontandovi la nostra avventura, partenza da Brescia alle 4:30 del mattino, nevica intensamente e le strade sono abbastanza sporche, dopo 5 km entriamo in autostrada, a pagamento, con la sperenza di trovarla sgombra da neve, con grande disappunto l'autostrada è in condizioni peggiori della città, nessun spalaneve o spargisale ci ha preceduto.

Fortunatamente dopo 70 km di percorrenza difficoltosa la neve ci abbandona, il viaggio prosegue tranquillo nonostante la corsia di destra resti impraticabile causa una lunga colonna di TIR.

Arriviamo in prossimità dell 'Austria facciamo rifornimento ed acquistiamo il Vignette al costo di 8 € (questo bollino ci permette di circolare liberamente sulle autostrade austriache per 10 giorni) ne abbiamo già spesi 12 in Italia per avere un servizio scarso (tre ore, neve e camion).

Entrando in Austria notiamo subito la splendida segnaletica a pannelli che viene costantemente aggiornata in tempo reale, il viaggio prosegue lento, causa limiti di velocità restrittivi (100 km/h) ma senza problemi.

In breve tempo arriviamo al confine tedesco, qui le autostrade sono gratuite, avendo più volte affrontato questo percorso, comunico al mio co-pilota Marco di controllare quante Fiat avremmo incontrato attraversando la Germany…

Volete sapere il risultato ? nessuna con targa tedesca !!

Siamo tutti fieri del Grana Padano, del Pinot, della Ferrari ma la Fiat proprio non la digeriamo… dobbiamo per forza comprare auto di produzione estera, incrementando fortemente l'economia d'oltralpe.

I Francesi acquistano solamente Renault, Citroen, Peugeot nonostante le loro auto siano peggiori delle nostre, i tedeschi si barricano dietro Bmw, Mercedes, Audi , Vw e qualche rara Alfa o made in Japan…noi invece spaziamo a destra e sinistra e disdegnamo il nostro made in Italy.

Ma torniamo al nostro viaggio, il clima è clemente, freddo intenso ma almeno non nevica, si nota subito come i tedeschi siano molto più educati di noi alla guida, nessuno e sottolineo nessuno usa il cell. mentre guida e tutti rispettano i limiti di velocità imposti con cognizione.

I camion sono molto meno che in Italia, in Germania gli interporti funzionano a meraviglia e il trasporto merci su rotaia è ben sviluppato.

La presenza della polizia stradale è alta ed è facilissimo incontrare pattuglie intente a controllare il traffico, questo sicuramente fa da detterente.

Dopo otto ore di viaggio arriviamo a destinazione( Norimberga), i semafori cittadini con l'arancione anche prima del verde (figata) ci fanno immediatamente cadere in una discussione sulla loro funzionalità. Personalmente li trovo molto utili.

Neve, acqua e vento per i sette giorni a seguire ci smorzano l'entusiasmo, il cibo poco mediterraneo fa il resto…dopo 6 giorni di Germania la voglia di rientrare in Italia si fa sentire.

Ripartiamo dalla Germany alle 4:30 con forti pioggie, salendo sulle piccole colline la pioggia intensa si trasforma in pioggia mista neve, i limiti di velocità in caso di pioggia scendono notevolmente.

All' ingresso in Austria la neve diventa sempre più intensa, ma niente paura gli austriaci sanno come tener sgombre le autostrade, mezzi spargisale e spalaneve sono a pieno ritmo, ne incontriamo almeno una dozzina. Fosse venuta una nevicata simile Italia, l'intera rete autostradale sarebbe andata in crisi !

Appena passiamo le alpi l'Italia è li che ci attende, le nubi immediatamente si dissolvono, i primi raggi di sole ci fanno strizzare gli occhi (non siamo più abbituati a tanta luce) in meno di 15 minuti il cielo si fa blu intenso e in pochi chilometri le piante, il verde, il sole ci fanno apprezzare le bellezze dei paesaggi della nostra bella Italia.

Saremo poco nazionalisti, intasati dal traffico, maleducati alla guida…ma il nostro paese ha un “qualcosa” che all'estero ci invidiano.

2 commenti

Sandro
16:12, 23 febbraio 2013

Ma fammi il favoreeeeeeeeee…. Vivi di sole e verde…… Ma và là…. Siamo la vergogna d europa e tu mi parli di sole e verde?

Daniele
21:52, 23 febbraio 2013

Sandro, a prescindere dal fatto che stai criticando un articolo scritto tre anni fa, ma almeno che sia una critica costruttiva, non fine a se stessa

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Nuova Renault ZOE 2019: nuovi interni hi tech e autonomia a 390 km

USA: la pizza a domicilio arriverà con la guida autonoma di Nuro

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 16.000 euro