Furto veicolo da risarcire anche se denunciato tardi

Furto veicolo da risarcire anche se denunciato tardi Il Tribunale di Campobasso ha stabilito che

Il Tribunale di Campobasso ha stabilito che, pur se denunciato tardi, il furto dei veicoli va risarcito

16 Aprile 2012 - 05:04

Secondo una sentenza del 2 febbraio 2012 del Tribunale di Campobasso, se si denuncia il furto d'un veicolo in ritardo, la Compagnia deve comunque risarcire il cliente coperto dalla polizza contro furto e incendio.

OLTRE LA RC AUTO – I fatti: nel 2005, una società, proprietaria di diversi veicoli, dopo aver subìto il furto di due escavatori, non è stata tempestiva nella denuncia all'Assicurazione, la quale s'è così rifiutata di risarcire il cliente; la questione è arrivata fino al Tribunale di Campobasso, che ha dato ragione all'azienda. Attenzione, qui non si parla della normale polizza obbligatoria Rca che tutti devono stipulare, ma della garanzia accessoria (facoltativa) contro furto e incendio.

CON UN'ECCEZIONE – Ovviamente, l'Assicurazione non è tenuta al risarcimento se prova che dietro il ritardo del cliente si nasconde un comportamento doloso; ma non è il caso analizzato dal Tribunale Campobasso, che ha accordato l'indennità chiesta dalla società per il furto di due escavatori. In particolare, secondo il giudice, in tema di Assicurazioni, gli articoli 1913 e 1915 del Codice civile non pongono regole ferree a sfavore dell'assicurato. Anche nel caso di tardiva o incompleta denuncia del sinistro, egli perde diritto all'indennità soltanto se tale mancata denuncia sia dolosa. Se invece c'è semplice leggerezza o negligenza, la tardiva denuncia determina una decurtazione dell'indennizzo nei limiti del pregiudizio effettivamente sofferto dall'assicuratore per tale ragione. Tradotto: l'indennizzo sarà parziale. Proprio come fissato dalla Cassazione, con sentenza 1196 del 3 marzo 1989.

Commenta con la tua opinione

X