Forlì-Cesena, cambiano le norme: sospesi due autovelox

A seguito di una recente direttiva del ministero dei Trasporti, che modifica i criteri per il posizionamento della segnaletica in prossimità delle postazioni fisse di rilevamento della...

14 gennaio 2011 - 13:25

Sospeso il funzionamento di due autovelox – A seguito di una recente direttiva del ministero dei Trasporti, che modifica i criteri per il posizionamento della segnaletica in prossimità delle postazioni fisse di rilevamento della velocità, la Provincia di Forlì-Cesena ha prudenzialmente proceduto a sospendere il funzionamento di due autovelox: quello sulla strada provinciale 4 ‘del Bidente', tra Carpena e Meldola, e quello posizionato lungo la strada provinciale 10 ‘Cagnona' tra San Mauro Pascoli e San Mauro Mare.

Potrebbero essere interessati dalla nuova disposizione interpretativa del codice della strada – Spiega l'assessore alla Polizia provinciale Maurizio Brunelli: “Gli autovelox a postazione fissa sono stati installati dalla Provincia di Forlì-Cesena, dopo una lunga e capillare campagna informativa, lungo le strade provinciali dove è maggiore il costo sociale riscontrato a causa dell'incidentalità stradale. Si tratta di strumenti che si rivelano efficaci per il contenimento delle velocità, con effetti positivi per la sicurezza stradale e la qualità della vita dei cittadini che risiedono lungo gli assi stradali più trafficati”.

Condizioni di sicurezza delle due strade sotto esame – Innovando la materia relativa all'apposizione della segnaletica riguardante i limiti di velocità e gli avvisi di presenza dell'autovelox, la direttiva ha comportato che i dirigenti della Provincia responsabili per la viabilità stiano valutando tecnicamente le condizioni di sicurezza delle due strade per l'eventuale elevazione dei limiti ai 90 km all'ora nei tratti rettilinei e di larghezza adeguata (in quanto il limite generale non impone l'apposizione di una specifica segnaletica), mantenendo però i limiti prudenziali in presenza di curve, rotonde, intersezioni, ostacoli etc. Solo al termine di tale valutazione operata dagli uffici, i dispositivi di rilevamento della velocità saranno rimessi in funzione, dandone adeguata informazione.

Fonte – romagnaoggi.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Assemblea Ania

Assemblea Ania: RC auto in calo del 5%, ma si può fare di più

Multa sconto 30%

Notifica multe: come si calcolano i 90 giorni per l’annullamento

Auto nuove in Europa: +1% le immatricolazioni a settembre 2020