Questo sito contribuisce alla audience de

Ford: dalla neve al caldo del deserto, i test estremi sulle auto in Europa

Neve, vento, ghiaccio: un nuovo impianto per sottoporre i veicoli Ford a condizioni climatiche estreme ed implementarne la sicurezza

Ford: dalla neve al caldo del deserto, i test estremi sulle auto in Europa
Il meteo spesso fa brutti scherzi e ci fa guidare in condizioni che richiedono un maggior livello di attenzione, spesso solo scomode e fastidiose, ma a volte veramente estreme e pericolose. Tutto diventa più facile però se l'auto si dimostra già pronta ad affrontare qualsiasi intemperia, su questo si basa la nuova idea di Ford: un impianto in cui si riproduce artificialmente qualsiasi condizione climatica per sottoporre le auto a condizioni che vanno ben oltre i limiti. Dal freddo artico ad un caldo desertico, tutte le auto Ford potranno esser messe alla prova nel nuovo impianto di Colonia, la "Weather Factory".

UNA FABBRICA, TUTTE LE STAGIONI 

Letteralmente la "Fabbrica del Clima" è il nuovo impianto europeo(ne è previsto uno anche a Detroit) voluto da Ford in Colonia che ha comportato l'investimento di ben 70 milioni di euro. La fabbrica è già operativa e mette a disposizione degli ingegneri Ford un'area grande come un campo da calcio (circa 100x70 metri) suddivisa in diverse stanze, ognuna con la possibilità di riprodurre un clima differente: da una parte neve, a pochi metri caldo torrido e ancora più in là un uragano. L'Environmental Test Center diventa per Ford un laboratorio fondamentale in cui sarà possibile mettere alla prova tutti i modelli del Marchio, dalla più piccola Ford Ka+ a veicoli pesanti come il Ford Transit da 2 tonnellate. Nella nuova fabbrica si potranno testare fino a dieci vetture contemporaneamente con prove riguardanti il comfort, la sicurezza, la resistenza e ancora prestazioni elettriche, di frenata e di climatizzazione dell'abitacolo; ma gli esperimenti riguarderanno anche componenti esterne, ad esempio la robustezza dei tergicristalli o la velocità di sbrinamento del parabrezza (qui trovi un approfondimento sui rimedi). L'impianto è inoltre ecosostenibile, in quanto tutti gli 11 megawatt consumati dalla struttura (come una città da 2.400 abitanti) derivano da fonti sostenibili provenienti dalla Scandinavia.

I TEST ESTREMI 

L'obiettivo di Ford è quello di preparare tutte le vetture ad un mercato globale, renderle quindi adatte sia alle condizioni del Sahara che del Polo Nord, o meglio dell'Alaska e degli Emirati, mercati in cui l'ovale blu è già attivo. Quali sono quindi questi test estremi? Nella "Weather Factory" è presente la prima galleria del vento con un laboratorio in alta quota (scopri quella di Volkswagen per misurare i consumi), capace di simulare le pesanti nevicate che possono avvenire a 5.200 metri di altezza, in pratica come prendere una Fiesta e andare sull'Everest. In totale le gallerie del vento sono tre, a cui si aggiungono quattro camere a temperatura controllata di cui una per facilitare i test sull'umidità: si può andare da -40° C a +55° C ed arrivare ad un livello di umidità del 95%.

LE GALLERIE DEL VENTO 

Ognuna delle tre gallerie del vento viene utilizzata per uno scopo differente. Due di queste sono impostate per i test di immersione a caldo e a freddo, in una sono presenti 28 lampadine da 4.000 watt che riproducono la luce e il calore del sole per verificare la capacità di raffreddamento dell'abitacolo; inoltre qui viene inoltre testata la rumorosità del climatizzatore e quella prodotta dal veicolo a diverse velocità, temperature e livelli di umidità. La seconda galleria, al contrario, produce pioggia e neve per valutare le diverse condizioni di visibilità del conducente, l'avviamento del motore sottoposto a temperature molto basse ed il tempo necessario per riscaldare gli interni della vettura (alcuni consigli in caso di allerta neve). La terza galleria, il laboratorio di alta quota, invece permette di sottoporre le vetture a venti da 120 km/h ed altezze fino a 5.200 metri per assicurarsi che i liquidi non generino esplosioni lavorando a pressioni molto elevate ottenute sottraendo ossigeno dalla stanza.

Pubblicato in Novità Auto il 21 Maggio 2018 | Autore: Redazione


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri