Ford C-Max e Grand C-Max, i restyling a Parigi

Le monovolume compatte Ford, da 5 e 7 posti, si rinnovano e debuttano al Salone di Parigi

23 settembre 2014 - 9:00

Il Salone di Parigi sarà denso di novità in casa Ford. All'annunciato debutto della S-Max di nuova generazione, si aggiungeranno anche quelli della C-Max e della Grand C-Max, che sono state profondamente aggiornate sulla scorta di quanto già fatto con la Focus, dalla quale entrambe sono derivate. Ma se la compatta era già stata svelata a Ginevra e ora è pronta per la commercializzazione, per le due multispazio si tratta di un'anteprima assoluta. Il restyling delle C-Max ha riguardato sia i design, soprattutto nell'anteriore che ora rispetta il nuovo family feeling dell'Ovale Blu, che i contenuti tecnici, con un focus particolare sul comfort di marcia e un altro sui motori.

CINQUE O SETTE POSTI – La differenza principale tra la C-Max e la Grand C-Max sta nel numero dei posti a bordo, 5 per la prima e 7 per la seconda che può anche contare sulle porte posteriori scorrevoli. Per distinguerle bisogna osservare il posteriore, che nella 'Grand' è più allungato e ha le guide per le portiere a vista. Su entrambe, in ogni caso, si può avere il sistema Hands-free tailgate che permette l'apertura del bagagliaio senza mani, passando il piede al di sotto del paraurti. Altri aggiornamenti importanti hanno riguardato il sistema di infotainment Sync 2, che dopo aver debuttato sulla Focus arriva anche sulle C-Max con un display touch da 8 pollici e un'interfaccia completamente ridisegnata che integra la funzione di emergenza per contattare automaticamente il 112 in caso d'incidente. Infine, ora è disponibile anche il sistema MyKey per personalizzare le impostazioni dell'auto in base alla chiave utilizzata.

PIU' COMFORT A BORDO – All'interno sono stati modificati alcuni materiali e rivestimenti, ma è l'insonorizzazione di tutto l'abitacolo che ha fatto un grosso salto in avanti, a partire dallo scudo termico del vano motore, a cui è stato aggiunto materiale fonoassorbente e dalle guarnizioni supplementari che sono state aggiunte sulle versioni diesel. Le guarnizioni sono state modificate anche nelle zone delle portiere e del bagagliaio e i cristalli dei finestrini laterali sono diventati più spessi. Gli interventi tecnici hanno riguardato anche il reparto telaio/sospensioni, con il sottotelaio anteriore irrigidito, le sospensioni ritarate e il servosterzo elettrico EPAS ricalibrato, il tutto con lo scopo di aumentare la rigidità della scocca e il feeling di guida.

MOTORI E SICUREZZA – Sotto il cofano le Ford C-Max e Grand C-Max dispongono di una gamma motori molto completa, che parte dai benzina EcoBoost tre cilindri da un litro (100 e 125 CV) per arrivare ai quattro cilindri 1.5 litri da 150 e 180 CV. Quanto ai diesel, invece, il più piccolo è il nuovo 1.5 TDCi da 120 CV, a cui si aggiunge il classico 2.0 TDCi declinato in due livelli di potenza, 140 e 163 CV. Tra i nuovi equipaggiamenti disponibili spiccano i fari HID bi-xeno con Adaptive Front Lighting System e i sistemi di assistenza alla guida, come l'Active Park Assist, il Cross Traffic Alert, l'Active City Stop, l'Active, il Side Parking Aid e la telecamera anteriore Front Split View Camera, che durante il parcheggio e le manovre negli spazi stretti dà una visuale a 180 gradi dell'area antistante l'auto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pedoni regole per attraversare la strada

Pedoni: le regole per attraversare la strada

ADAS obbligatori dal 2022: l’elenco ufficiale va in Gazzetta UE

Auto senza chiavi: un’app risolverà i problemi più frequenti?