Ford: AppLink open-source per l'intrattenimento in auto libero

La piattaforma AppLink potrà funzionare con qualsiasi applicazione smartphone ora che è open-source per i programmatori

6 marzo 2013 - 7:00

Ford ha annunciato che presto renderà pubblica la piattaforma di comunicazione AppLink secondo il progetto GENIVI, al quale il Costruttore ha aderito. Con le aziende impegnate nello sviluppo di software per l'info-mobilità e l'intrattenimento Ford vuole sviluppare interessanti applicazioni in grado di funzionare con tutti i sistemi operativi e non solo a bordo dell'auto.

COMPATIBILE CON TUTTI I DISPOSITIVI – Ford risulta il primo Costruttore d'auto a partecipare al progetto GENIVI, la realizzazione della prima piattaforma “aperta” per dispositivi di informazione e intrattenimento a bordo. Il primo passo è ovviamente fornire alla comunità di programmatori (oltre a quelli che hanno aderito al Ford Developer Program) il codice sorgente su cui realizzare le applicazioni destinate a smartphone e tablet compatibili con AppLink. “Ford intende supportare attivamente chi crea app e affiancare attivamente il lavoro di chi guarda alle auto come a un potenziale importante per i propri prodotti,” ha dichiarato Doug VanDagens, Direttore Globale Servizi di Connettività Ford. “Partecipare al progetto GENIVI con AppLink dimostra il nostro impegno nei confronti del mondo dello sviluppo del software, che ci aiuterà a garantire ai nostri clienti livelli sempre più elevati di innovazione.”

SENZA CONFINI “AMBIENTALI” – Il codice di AppLink sarà rilasciato con il nome di SmartPhoneLink secondo i parametri della licenza open-source BSD. Un ingegnere Ford sarà responsabile della partecipazione del Costruttore al programma open-source GENIVI. Il codice e la documentazione di AppLink saranno a disposizione sia di chi intende implementare la piattaforma all'interno di un prodotto, sia per chi desidera utilizzare il protocollo di comunicazione bidirezionale che permette di interfacciare le app dei sistemi Android e iOS. “Lavorare con GENIVI permetterà inoltre alla piattaforma SmartPhoneLink di essere indipendente dall'hardware, e potrà essere utilizzata su una varietà di sistemi operativi, come Linux, QNX e Microsoft Windows Embedded” ha aggiunto VanDagens.

CONDIVISIONE STRATEGICA – La piattaforma AppLink, che segnerà il suo debutto europeo a bordo del SUV compatto EcoSport, raccoglie già i consensi dei partner che partecipano a GENIVI. “Siamo entusiasti della scelta di Ford di rilasciare il codice di AppLink e di permetterne l'adozione da parte dell'industria dell'open-source,” ha dichiarato Vasiliy Suvorov, Vice Presidente Technology Strategy di Luxoft. “Condividiamo in pieno la vision di Ford e contribuiremo attivamente al progetto integrandolo con il codice della nostra soluzione di connettività iviLink. Ciò permetterà all'industria di concentrarsi su di una sola piattaforma, che in questo modo potrà crescere per funzionalità, applicazioni e valore aggiunto”. Stesso entusiasmo nelle parole di Sal Dhanani, Vice Presidente e General Manager di Telenav, azienda specializzata nella fornitura di servizi di navigazione GPS, che ha commentato: “I creatori di app cercano uno standard riconosciuto e diffuso sulla base del quale produrre i propri software – ha continuato Dhanani – Telenav contribuirà ad aiutare a definire un protocollo di comunicazione tra auto e smartphone, che assicurerà ai guidatori di tutto il mondo una soluzione per la navigazione satellitare efficiente, personalizzata e connessa.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Acquisto auto nuova: per il 50% degli europei con un motore a combustione

Tesla usata: quanto dura la garanzia del Costruttore?

Assemblea Ania

Assemblea Ania: RC auto in calo del 5%, ma si può fare di più