Firenze, car sharing Car2go dal 14 maggio

Dal 14 maggio, il car sharing Car2go parte anche a Firenze

12 maggio 2014 - 10:00

All'inizio Milano, poi Roma, adesso Firenze: il car sharing Car2go cala il tris. Dal 14 maggio, il servizio di “auto in condivisione” a flusso continuo delle Smart (un'iniziativa Daimler, ossia Mercedes) partirà nel capoluogo toscano. Per triplicare il successone già realizzato all'ombra della Madonnina e nella Città Eterna. E con Firenze, il numero delle città coinvolte sale addirittura a 14 in Europa (27 nel mondo).

LA CARICA DELLE 200 – Car2go debutta il 14 maggio a Firenze con 200 Smart Fortwo, le vetture scelte da Daimler ed Europcar per questo sistema di noleggio. Anche a Firenze, ovviamente, i veicoli Car2go possono essere prelevati e parcheggiati in qualunque momento e in qualsiasi parcheggio pubblico all'interno dell'area operativa di circa 50 chilometri quadrati. Ma quanto pagano gli utenti registrati? Il reale utilizzo del servizio senza canoni aggiuntivi. Il costo è quindi di 29 cent al minuto all-inclusive (tasse, assicurazione, benzina, parcheggio, i primi 50 chilometri e IVA). Le Smart Car2go possono accedere alle Zone a traffico limitato. Occhio però a non fare confusione: le Smart non hanno accesso alle corsie preferenziali dedicate a bus e taxi. A Firenze come altrove, le auto potranno venire parcheggiate gratuitamente nelle strisce blu o in quelle dedicate ai residenti. Ricordiamo che ci si può clienti possono registrare online: https://www.car2go.com/it/firenze. Oppure presso lo shop Car2go di via Pertini 32 in zona Novoli e nella sede regionale di Legambiente, in via Giampaolo Orsini 44. Fino al 30 giugno, la registrazione è gratuita: meglio approfittarne. Dopodiché, scatterà la quota fissa una tantum di 19 euro comprensiva di 30 minuti di noleggio. 

MOLTO FLESSIBILE – Il nuovo servizio Car2go ha i vantaggi di flessibilità di orario, copertura totale delle spese e la possibilità di noleggiare l'auto per strada passando semplicemente una scheda sul parabrezza. Una volta registrati sul sito Car2go, gli utenti ricevono una card per accedere alle auto parcheggiate in strada e farle partire. Poi, quando l'auto non serve più, la si può parcheggiare in qualunque luogo e il noleggio viene addebitato direttamente sulla carta di credito dell'utente. Ricordiamo che, di recente, il contratto è cambiato: la corrispondenza elettronica (e-mail) è considerata una forma scritta accettabile, salvo ove sia diversamente indicato nel Contratto Quadro o nelle presenti Condizioni di Noleggio. È stata introdotta la forma scritta tramite raccomandata a/r quale mezzo di comunicazione della volontà del cliente di recedere dal Contratto Quadro. Ed è stato aggiunto l'obbligo in capo al cliente di fornire, oltre ai dati della patente di guida, anche i dati in merito alle modalità di pagamento. Le persone giuridiche effettueranno i pagamenti su base mensile, previa ricezione da parte di Car2go di una fattura inviata tramite posta alla fine di ogni mese. Viene pertanto a decadere la comunicazione elettronica (e-mail) come metodo di invio della fattura da parte di Car2go.

PROVE SUL CAMPO – SicurAUTO.it continua a testare il car sharing. La prova più recente l'abbiamo fatta a Roma e, al solito, con obiettività e imparzialità abbiamo analizzato pregi (numerosi) e difetti (tutto è migliorabile) del Car2go: vedi qui la nostra prova a Milano. Comunque, abbiamo preso in esame anche l'altro car sharing: Enjoy, le Fiat 500 rosse. Trovate una prova comparativa qui.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali