1 commento

Bruno
12:58, 9 agosto 2013

Marchionne è molto realista quindi oggi non può credere nell'auto elettrica, ipocritamente sostenuta da altri per meri interessi di bottega (vedi finanziamenti di Stato) o per convenienza demagogica. L'ad di Fiat- Chrysler ha più volte dichiarato che per ogni 500 elettrica prodotta Fiat perde 10 mila euro.
Però è stato costretto a produrla per rispettare gli accordi con Obama (noto “ecologista”), in merito al noto finanziamento governativo USA per salvare Chrysler.
I dati di vendita reali, dimostrano che le auto elettriche incontrano grosse difficoltà di mercato sia in Europa che negli USA (non parliamo poi dei nuovi mercati), con risultati ben al di sotto degli obiettivi. Ma questo era facilmente prevedibile. Ne riparliamo tra un paio d'anni (o forse prima), quando chiederanno conto ai mega- manager fautori dell'elettrico, delle perdite economiche derivanti da tale scelta.