Fiat premia al Motor Show di Bologna l'automobilista più “ecologico” d'Europa

Tra i 10 partecipanti al "Fiat eco:Drive GP" ha prevalso un italiano, risultato il migliore tra gli oltre 50 mila utenti europei del sistema che permette di rendere più ecologico lo stile di guida

6 dicembre 2010 - 22:05

La casa torinese ha consegnato oggi al Motor Show di Bologna una particolare “laurea”, quella all'automobilista più “ecologico” d'Europa. L'ha meritata l'Italiano Luca Martinello,che s'è aggiudicato anche un ambito premio: una Fiat 500 TwinAir nuova di zecca.

EFFICIENZA DI GUIDA – Il concorso, denominato “Fiat eco:DriveGP”, ha visto la partecipazione di 10 concorrenti (cinque donne e altrettanti uomini) selezionati tra migliaia di proprietari di auto Fiat dotate del dispositivo Blue&Me e che hanno accettato di scaricare sul loro PC eco:Drive, un'applicazione gratuita Fiat grazie alla quale il cliente può raccogliere, mediante una chiavetta Usb, i propri dati di guida attraverso la porta Blue&Me dell'auto. Inserendo poi la chiavetta nel proprio PC, il software eco:Drive invia i dati a un server che li processa per misurare l'efficienza di guida sulla base di quattro parametri: accelerazione, decelerazione, cambio marcia e velocità. I punteggi ricevuti in ognuna di queste quattro aree formano l'eco:Index, un indice che riassume la qualità di guida con un punteggio da 1 a 100 (tuttavia, Fiat non spiega in base a quali specifici parametri vengono attribuiti i punti). Attraverso eco:Driver i conducenti possono anche ottenere dei consigli di guida personalizzati utili a migliorare le proprie prestazioni e quindi il proprio eco:Index, oltre a darsi degli obiettivi e a misurare i miglioramenti. Finora, i circa 50 mila utenti eco:Drive hanno risparmiato 3.500 tonnellate di CO2 migliorando il proprio stile di guida.

SFIDA – Nel corso della sfida del Motor Show, i 10 concorrenti (cioè i due migliori eco:Driver di Italia, Francia, Germania, Spagna e Inghilterra, i cinque Paesi coinvolti nell'iniziativa) si sono cimentati in un percorso di 22 km da Bologna ai colli circostanti. Il vincitore è stato poi premiato (vedere l'immagine) da Giorgio Neri, responsabile Iniziative Marketing Fiat. Durante la finale si è svolta anche una competizione tra 10 squadre composte da un eco:Driver e un giornalista. Vincitore è risultato un team spagnolo, quello composto da Maria Jose Caceres Pariente e Pietro Alonso, che s'è aggiudicato il premio in palio, un Blue&Me TomTom, il dispositivo che, grazie a un touch screen, consente di gestire in vettura il telefono, l'impianto stereo e le informazioni. Oltre a eco:Drive, disponibile già oggi per molti modelli Fiat, dal prossimo febbraio arriverà eco:Drive Fleet, una versione destinata alle flotte aziendali attraverso la quale anche chi utilizza l'auto per lavoro può apprendere come migliorare il proprio stile di guida rendendolo più responsabile e più ecologico.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

E-fuel insufficienti: copriranno il 2% delle auto ICE nel 2035

Telepass per pagare il Traghetto Stretto di Messina: come funziona?

San Gottardo: non siamo pronti agli incendi di camion elettrici