Fiat e Acea insieme per la mobilità ecosostenibile a Roma

Sempre più iniziative per lo sviluppo di una mobilità ad impatto zero nella capitale italiana

20 gennaio 2012 - 9:00

Parte a Roma una collaborazione tra Fiat e Acea, la Multiutility italiana leader nel settore idrico e dell'energia, per la distribuzione di mezzi a trazione elettrica che dovranno creare la più grande flotta ecosostenibile in Italia. Si tratta di un progetto pilota sulla mobilità elettrica nella capitale, che durerà 18 mesi.

UNA FORNITURA ECOSOSTENIBILE – L'accordo tra le parti prevede che Fiat fornisca il mezzo Fiorino Cargo, che la società Micro-Vett si è impegnata a trasformare in veicoli a trazione elettrica, alla flotta di Acea. Ad un'iniziale gruppo di 40 veicoli elettrici, ne verranno poi aggiunti altri 40. L'idea è quella di trasformare il parco auto in dotazione di Acea, composto attualmente da 3.000 veicoli, tra l'altro per la maggior parte Fiat, in una flotta completamente elettrica e quindi ad impatto zero. Nel corso del progetto, il funzionamento dei mezzi messi a disposizione verrà monitorato così da comprendere se la loro applicazione sul suolo romano possa essere o meno gestibile e realmente utile.

UN ACCORDO PER ROMA – Questo progetto è stato voluto dal sindaco di Roma, Alemanno, il quale afferma che “Acea fa un passo molto importante nei confronti della mobilità sostenibile, incidendo proprio su quei mezzi che girano di più nella città e che transitano nel centro storico. Una scelta fatta insieme alla Fiat che è una grande industria nazionale che dimostra che c'è la possibilità di investire sulle nostre tecnologie e sul nostro sviluppo industriale”. Dal canto suo, Acea, per voce del suo Presidente, Giancarlo Cremonesi, sottolinea che l'azienda “deve fare la sua parte per favorire l'ecocompatibilità”. Per quanto riguarda invece la collaborazione di Fiat, Lorenzo Sestino, Direttore vendite e marketing europeo della casa automobilistica italiana, ha concluso garantendo che “Fiat sarà sempre al fianco di Acea e di Roma”. 

INVESTIMENTI PER IL FUTURO – Questa integrazione iniziale di mezzi elettrici, non è che l'inizio per Acea Distribuzione che ha già in programma diversi investimenti per i prossimi 5 anni. Si parla di 110 milioni di euro che verranno spesi nello sviluppo di reti intelligenti (le cosiddette smart grid) sempre nella città capitale. Il progetto punta ad ammodernare e automatizzare gli impianti attualmente esistenti e, allo stesso tempo, svilupparne di nuovi in grado di accumulare energia. Ovviamente l'obiettivo è anche quello di utilizzare sempre più spesso veicoli a trazione elettrica. Su questa strada, la Società romana, ha infatti dato il via ad un programma di ricerca volto alla sperimentazione di tecnologie in grado di ricaricare rapidamente questi mezzi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 2021-2022

Gomme invernali 2022 – 2023: ordinanze autostrade

Traforo Gran Sasso

Traforo Gran Sasso: chiusura, lunghezza e pedaggi 2022 – 2023

Traffico 7 e 8 dicembre 2022: le previsioni per il Ponte