Ferrara: recuperate 8mila tonnellate di pneumatici abbandonati

Ecopneus e alcune aziende partner stanno rimuovendo a Ferrara un'enorme quantità di gomme abbandonate nel capannone di un'azienda fallita

12 marzo 2012 - 9:25

Sono in pieno svolgimento a Ferrara le operazioni di recupero degli pneumatici fuori uso accatastati in un'area di via Ca' Rosa, dove sorge il capannone di un'azienda che doveva occuparsi di riciclarli e che invece è fallita. All'inizio delle operazioni di rimozione, lo scorso novembre, l'area conteneva circa 8mila tonnellate di pneumatici abbandonati che a oggi sono ridotte a circa 3mila. La conclusione dei lavori è prevista per la fine di marzo.

EFFETTUATE 300 MISSIONI – L'intervento di recupero delle gomme abbandonate è stata affidato a Ecopneus, l'azienda senza scopo di lucro creata dai maggiori prodottori di pneumatici che si incarica di rintracciare, raccogliere e trattare quelli fuori uso per permetterne lo smaltimento o il riciclaggio con modalità corrette, evitando che tali attività vengano svolte da aziende clandestine o non autorizzate che talvolta, tra l'altro, li esportano illegalmente. Ecopneus s'è servita dell'opera delle seguenti aziende partner: Settentrionale Trasporti, Albatos Ecologia – Ambiente – Sicurezza, Bra Servizi e DIFE, le quali hanno effettuato oltre 300 missioni, trasportando le gomme presso una serie di impianti di trattamento dove saranno trasformate in materiali utili o per il recupero energetico.

UNA SOLIDA ECONOMIA DEL RICICLO – L'attività in via Ca' Rosa a Ferrara è stata presentata nel corso di una conferenza stampa tenutasi giovedì scorso nel municipio della città estense durante la quale è intervenuto il direttore generale di Ecopneus, Giovanni Corbetta, il quale ha commentato così l'operazione: “È un grande risultato per l'ambiente, per la comunità e per tutto il territorio ferrarese, reso possibile grazie anche al supporto e all'impegno delle aziende socie di Ecopneus. Sono infatti 44 quelle che, in aggiunta alle sei fondatrici, hanno scelto di affidarci la gestione degli pneumatici fuori uso (PFU) di loro responsabilità. Ecopneus è orgogliosa di rappresentare tutte queste aziende e di poter contribuire, grazie a loro, alla salvaguardia dell'ambiente e alla creazione di una solida economia del riciclo dei PFU”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro

Ciclisti più spericolati degli automobilisti? Uno studio spiega perché

Cassazione: omicidio stradale, l’imprudenza altrui non è un’attenuante