Ferrara – Oltre tre milioni di euro per la sicurezza stradale

Un milione e 400mila euro per l'Alto Ferrarese, poco oltre 1.130.000 per il Basso Ferrarese, più 380mila euro di avanzo di bilancio dell'anno scorso.

2 aprile 2010 - 22:24

Per l'asfalto di 18 arterie provinciali, per un totale di circa 70 km

Un milione e 400mila euro per l'Alto Ferrarese, poco oltre 1.130.000 per il Basso Ferrarese, più 380mila euro di avanzo di bilancio dell'anno scorso. In tutto fanno quasi tre milioni di euro che la Provincia ha deciso di investire per la sistemazione degli asfalti di 18 arterie provinciali, per un totale di circa 70 chilometri di nuovi manti stradali. Un impegno cui vanno sommati ulteriori 300mila euro per l'acquisto e la posa di nuovi guard rail, a partire dall'intervento sulla SP 15 via del Mare, fra i più consistenti ed urgenti.

L'assessore provinciale ai Lavori pubblici, Davide Nardini, ha presentato con i numeri alla mano la dimensione dell'intervento di messa in sicurezza delle strade provinciali per i 2010, “ponendo innanzitutto rimedio – ha spiegato – ai danni provocati dal maltempo durante la stagione invernale, neve e gelo, oltre al sale che si è dovuto cospargere a più riprese sulle strade”. Un intervento, quest'ultimo, costato complessivamente circa 800mila euro alle casse della Provincia, fra acquisto sale e altre spese.

Nel conto della sicurezza per chi guida va pure messa l'installazione del tutor su tratti stradali nei quali è stata rilevata un'elevata incidentalità. Un sistema di rilevazione della velocità, la cui installazione inizierà dall'estate prossima e si protrarrà fino al termine del 2011, con un costo di quasi 2 milioni di euro, interamente finanziati con il bilancio dell'amministrazione di piazza Castello. “Un sistema automatico di controllo della velocità che non necessita della presenza di pattuglie delle forze dell'ordine – ha continuato l'assessore Nardini – deciso in collaborazione con i Comuni ed i cui introiti saranno impiegati interamente sul capitolo della manutenzione stradale”.

Il piano dei nuovi asfalti partirà in estate (a fine maggio si prevede di aggiudicare i lavori) e fra giugno e settembre tutti i lavori in programma dovrebbero trovare realizzazione.

“Se riusciremo a reperire altre risorse – ha concluso Nardini – le impiegheremo sempre sulle nostre strade, perché l'obiettivo della sicurezza rimane una priorità della Provincia anche in questa legislatura”.

I tratti stradali interessati dai cantieri sono stati selezionati in accordo con i Comuni e in base a diversi criteri di urgenza, fra i quali lo stato di usura dell'asfalto e il grado di incidentalità, e quindi di pericolosità, riscontrato.

fonte – estense.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Lo Psicologo del Traffico 15 anni dopo: chimera o realtà?