Questo sito contribuisce alla audience de

Evasione auto, Piazzapulita stana il nullatenete che colleziona supercar

Senza reddito ma con 21 auto di lusso in giro per il mondo, le telecamere entrano nel garage del collezionista sequestrato dalla Guardia di Finanza

Evasione auto,  Piazzapulita stana il nullatenete che colleziona supercar
In questi casi le domande si sprecano come battute alla convention mondiale della comicità, eppure per chi fa i conti per arrivare a fine mese e di auto ne ha una in famiglia da oltre 10 anni potrebbe sembrare surreale la vicenda della maxi evasione venuta a galla in questi giorni con un servizio di Piazzapulita. In realtà però pare che i residenti genovesi conoscessero già l'immobiliarista del capoluogo ligure, tanto da associarlo al nome di un altro manager di fama internazionale legato al mondo dei motori, ma per lavoro. Nullatente per il fisco, ma collezionista incallito fin dentro alle ossa; peccato che per avere disponibilità di oltre 20 auto, tra supercar, moto personalizzate e auto storiche si sia dimenticato di pagare, secondo quanto avrebbe accertato la Guardia di Finanza 900 mila euro di tasse e ora anche la Polizia Municipale ha bussato alla sua porta per oltre 70 mila euro di multe non pagate.

UFFICIALMENTE DISOCCUPATO DAL 2013

Nel video qui sotto della puntata di Piazzapulita andato in onda sulla RAI il 27 settembre 2018, l'inviato Nello Trocchia intercetta l'indagato della Procura di Genova per una maxi evasione fiscale a 8 zeri, 8 come il numero di persone iscritte nel registro degli indagati per aver favorito la condotta del genovese. Molti dei quali amici, parenti o conoscenti dell'indagato, grazie ai quali tutte quelle auto stavano pure per smaterializzarsi, ma pare che la Finanza sia riuscita a intercettarle prima che finissero all'asta, ovviamente intestate ai prestanome. Tra la collezione privata dell'ex-imprenditore anche vetture possedute o guidate dall'attuale Presidente della FIA, Jean Todt, e dall'attore Alberto Sordi.

L'AMICO PENSIONATO CHE PRESTA LE FERRARI

Il giornalista di Piazzapulita, riesce ad accedere al caveau e a mostrare il parco auto di cui l'indagato aveva gratuita disponibilità (secondo la sua tesi), perché in realtà il garage è stato già sequestrato dalla Guardia di Finanza. Nel video che riportiamo qui sotto emergono tanti dubbi  su come sia possibile che un pensionato con una pensione da un migliaio di euro al mese, ad esempio, sia proprietario di una delle 3 Ferrari e la dia in comodato gratuito a un disoccupato, che in quanto tale, si ipotizza non possa pagare neppure la benzina per andarci in giro. Eppure secondo l'immobiliarista si tratta di una situazione che sarà chiarita.

IL PASS DISABILI SULLA LAMBORGHINI SVELA IL TRUCCO

Intanto però la Guardia di Finanza ha sequestrato i circa 20 veicoli tra Ferrari, Lamborghini, Porsche, Harley Davidson e auto d'epoca in attesa che si chiarisca la vicenda e sulla scia delle indagini della Procura - "Zaniboni è autore di numerose e reiterate evasioni fiscali" avrebbe dichiarato il PM, anche la Polizia Municipale si è accorta che oltre a un pass per disabili sistematicamente esposto sulle auto  per parcheggiare alla buona le auto di lusso, ci sia da saldare una montagna di sanzioni amministrative irrogate nel tempo e lievitate fino alla cifra di 75 mila euro.

Pubblicato in Attualità il 09 Ottobre 2018 | Autore: Redazione


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri