Estonia: contratto record per le colonnine di ricarica veloce

La repubblica baltica ne installerà ben 200 in tutto il Paese. Ogni città con più di 5 mila abitanti ne avrà una

2 febbraio 2012 - 9:00

Nel mondo delle auto elettriche ci sono molti Paesi che vantano primati. La Francia, per esempio, con Renault, ha dato vita al primo grande progetto di costruzione di veicoli elettrici su larga scala. Israele, invece, è il primo Paese ad aver iniziato la diffusione sistematica delle infrastrutture di ricarica. Da pochi giorni, però, c'è un altra nazione che a buon diritto può entrare tra quelle che possono vantare primati: l'Estonia.

200 COLONNINE PER IL 2012 – La piccola repubblica baltica, dopo una gara pubblica, ha assegnato alla svizzera ABB un contratto di durata quinquennale per la realizzazione di quella che, finora, risulta essere la più grande rete di stazioni di ricarica veloce da installare sul territorio di un singolo Paese. Si tratta di un programma governativo che prevede un totale di ben 200 stazioni in corrente continua “Terra”, realizzate dalla stessa ABB, che consentono la ricarica di un veicolo in un tempo variabile da 15 a 30 minuti e sono multistandard, cioè consentono l'allacciamento di qualsiasi veicolo. La consegna delle stazioni avrà inizio entro questo trimestre e l'intera rete sarà completamente operativa già nel 2012. ABB dovrà garantire, servendosi dei partner NOW! Innovations e G4S, dovrà garantire anche le gestione dei sistemi di pagamento dell'energia e dell'assistenza ai clienti.

IDEE MOLTO CHIARE – La repubblica estone sembra dunque avere le idee chiare sul futuro della mobilità elettrica sul territorio. Lo dimostrano le parole di Jarmo Tuisk, responsabile del settore innovazione e tecnologia del ministero dell'Economia: “Il governo intende fare in modo che guidare un'auto a batteria in Estonia sia confortevole e sicuro come avviene per tutti gli altri veicoli. La nostra rete di ricarica rapida fornita da ABB e dai suoi partner è indispensabile per raggiungere questo risultato”. I programmi estoni prevedono l'installazione di colonnine di ricarica veloce in tutte le città con oltre 5 mila abitanti e la capillarità della rete dovrebbe essere tale da garantire che sulle strade principali extraurbane ve ne sia almeno una ogni 50 km, il che farebbe dell'Estonia il Paese europeo con la maggior densita di colonnine a corrente continua.

AVANTI TUTTA CON L'ELETTRICO – In aggiunta a ciò, il governo ha stipulato con Mitsubishi un accordo che prevede la fornitura di 507 esemplari di vetture elettriche i-MiEV a chi lavora nel settore del sociale, mentre è già stato assegnato ad ABB un altro significativo contratto che prevede l'installazione di colonnine a corrente alternata nei parcheggi degli uffici pubblici. Infine, va ricordato che in Estonia gli incentivi statali per chi acquista un'auto a batteria possono arrivare anche al 50% del suo valore.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto costa parcheggiare a Malpensa?

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?