Esodo: il 79% teme il bollino rosso

Vacanze in auto: il bollino rosso fa paura a 79 italiani su 100

Esodo: il 79% teme il bollino rosso
Gli esperti in psicologia dicono che un filo di stress e di paura siano utili ad affrontare al meglio gli impegni; e allora, anche in conseguenza di questo, è un bene che il bollino rosso dell'esodo estivo sia temuto dal 79% degli italiani, come emerge da un'indagine condotta dal Centro studi e documentazione Direct Line, la più grande Compagnia di assicurazione online. Significa che quasi tutti i connazionali scelgono partenze e ritorni intelligenti, quando il traffico non è al massimo.

ABITUDINI

Tuttavia, stando alla ricerca di Direct Line, solo l'8% seguirà strettamente i consigli di Società Autostrade sui giorni e gli orari più indicati per la partenza, per evitare i rischi da bollino rosso (a tale proposito, vedi la tabella allegata). Il 28% si metterà in auto alle prime luci del mattino, mentre il 14% posticiperà la partenza in serata, nella speranza che il caldo conceda un po' di tregua. Comunque, pianificare con cura quando mettersi in viaggio non rientra nei piani di un italiano su cinque: il 21%, infatti, sale in auto solo quando impegni e ultimi preparativi sono terminati. Quelli che hanno più paura di rimanere imbottigliati nel traffico del weekend sono solo una minoranza: l'8%, infatti, programma la partenza in modo che non coincida con il fine settimana. Altri (21%) scelgono mezzi di trasporto diversi dall'auto.

SICUREZZA

In previsione dell'esodo la parola d'ordine, in ogni caso, è "sicurezza": il 44% degli italiani non va in vacanza senza prima aver fatto un check-up completo dell'auto, mentre il 17% non parte senza prima aver regolato la pressione degli pneumatici. Più di un italiano su quattro (27%), inoltre, alla partenza preferisce avere il serbatoio pieno e non dover fare troppe soste per il rifornimento durante il viaggio. Solo il 6% controlla le previsioni meteo per il tragitto, per evitare di incorrere in temporali estivi, mentre il restante 5% del campione si preoccupa di lavare l'auto prima di mettersi in viaggio.

ORA DI PARTENZA

L'indagine di Direct Line offre anche uno spaccato regionale sulle partenze degli italiani in occasione dell'esodo estivo: se palermitani (37%) e romani (32%) lasciano la città alle prime ore del mattino, sono in maggioranza torinesi (25%) e bolognesi (20%) ad aspettare la sera per mettersi in viaggio. I veronesi (11%) sono quelli che più seguono i consigli delle previsioni sul traffico, mentre la maggioranza di milanesi (35%) e bresciani (27%) confessa di non fare programmi per la partenza. Il 21% dei fiorentini non si mette mai in macchina durante il weekend per evitare il traffico, mentre i cagliaritani (30%) evitano di viaggiare in auto nelle giornate più congestionate, specialmente quelle in cui sull'isola si concentrano arrivi e partenze.

DOLORI

I lunghi viaggi in auto sono causa di piccoli acciacchi dovuti alle molte ore passate al volante: il 43% degli italiani, e in particolare gli uomini (48%), soffrono di mal di schiena dopo un lungo viaggio, mentre le donne (17%), lamentano più frequentemente mal di testa una volta arrivate a destinazione. Altri fastidi particolarmente avvertiti sono dolori vari agli arti inferiori (14%), spesso dovuti agli spazi angusti e a poche soste per sgranchire le gambe.

PREVISIONE

Intanto, domenica 5 agosto è filata via senza grossi disagi sulle strade e sulle autostrade gestite dall'Anas, con maggiore traffico rispetto allo scorso anno, in particolare in Campania, Calabria e Sicilia. Traffico sostenuto in direzione dei valichi di frontiera. Confermato il bollino rosso delle previsioni, con spostamenti di medio e lungo raggio, in particolare, nella fascia oraria 8,00-12,00. Nel pomeriggio, la SS682 Jonio-Tirreno è stata chiusa provvisoriamente al km 5,400 per un incidente mortale, in provincia di Reggio Calabria. Rallentamenti si sono verificati in Calabria per traffico intenso sulle strade statali 18, 106 e 107 e in Sicilia, sull'autostrada A29, a causa di alcuni incendi. In Friuli-Venezia Giulia il traffico si è mantenuto intenso ma regolare sia nella direzione dei valichi di confine che sul raccordo autostradale Sistiana-Rabuiese, rallentamenti si sono invece verificati nella giornata di ieri nel tratto Venezia-Trieste, in particolare sul tratto Redipuglia-barriera di Trieste Lisert. Sulla nuova autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria traffico intenso, con punte di oltre 4.000 vetture l'ora. La circolazione è rimasta sempre scorrevole grazie ai nuovi km di autostrada e a 124 km consecutivi senza interruzioni da Salerno a Lagonegro Nord. Nel pomeriggio, per poche ore, si è registrato qualche rallentamento, dovuto soprattutto al numero elevato di veicoli pesanti, in avvicinamento a un breve tratto a doppio senso di circolazione nei pressi di Campotenese, tratto montano del Pollino, in provincia di Cosenza. Per oggi, lunedì 6 agosto, si prevede traffico intenso nella mattinata con la ripresa della circolazione dei mezzi pesanti e con gli ultimi spostamenti del fine settimana. Occhio ai rilevatori della velocità media e istantanea sulle strade statali Vergilius, gestiti della Polizia stradale nel Lazio sulla SS1 "Aurelia", in Campania sulla SS7 quater "Domitiana", e in Emilia Romagna sulla SS309 "Romea". Il limite di velocità consentito in questi tratti è di 90 km/h. Qui su SicurAUTO.it tutto sul sistema Vergilius.

Pubblicato in Attualità il 06 Agosto 2012 | Autore: E.B.


Allegati

Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri