Ecco qualche dritta per viaggiare nella massima sicurezza, cercando per quanto possibile di evitare il traffico intenso

16 luglio 2012 - 6:00

Il maggior numero di incidenti si verifica a luglio (21.272 in valore assoluto nel 2010, ultimo dato disponibile), che è anche il mese con la media giornaliera più alta (686); per quanto riguarda il numero di morti, sempre luglio è il mese in cui il valore risulta massimo: 450 in termini assoluti e 15 in media giornaliera. Numeri che confermano una vecchia tendenza, ed ecco perché è proprio a luglio (e non ad agosto come erroneamente si pensa) che si deve prestare ancora più attenzione durante l'esodo estivo verso le mete delle vacanze.

SU TUTTE LE STRADE – Nell'ambito dei comportamenti errati di guida, il mancato rispetto delle regole di precedenza, la guida distratta e la velocità troppo elevata sono le prime tre cause di incidente. I tre gruppi costituiscono complessivamente il 45,7% dei casi. La prima causa di incidente sulle strade urbane è il mancato rispetto delle regole di precedenza o semaforiche (20,6%), mentre sulle strade extraurbane è la guida distratta o andamento indeciso (pari al 21,2%), seguita dalla guida con velocità troppo elevata (pari al 19,1%).

OCCHIO AL BOLLINO –  Ricordiamo che, a proposito di traffico estivo, le informazioni sono inviate da Viabilità Italia, istituito presso il ministero dell'Interno e presieduto dal direttore del servizio Polizia stradale. La struttura si occupa di fronteggiare situazioni di crisi legate alla viabilità e di adottare, anche preventivamente, le strategie di intervento più opportune ha diffuso il calendario dei giorni critici per quanto riguarda il traffico relativo all'esodo estivo del 2012. Preziosa la parte generale (vedi Pdf allegato), con informazioni sui presidi sanitari in particolare. Per quanto riguarda i giorni più affollati in autostrada, vi rimandiamo al Pdf “Calendario bollini” allegato, nonché ai “Flussi di traffico”. Utili anche le mappe dei cantieri in autostrada e sulle Statali.

POLSTRADA IN CAMPO – La Polizia stradale raccomanda responsabilità agli automobilisti. Prima di intraprendere il viaggio, è bene controllare l'efficienza dell'autovettura, sistemare bene i bagagli, evitare pasti abbondanti e l'abuso di alcolici. Come spiega Elisabetta Mancini, vicequestore aggiunto della Polizia stradale e responsabile delle campagne di sicurezza della Polstrada, “un incidente su tre non è causato da una collisione tra due veicoli. Tantissimi casi di sbandamenti sono dovuti a distrazioni dovuti a diversi fattori: si va dalla stanchezza all'uso del telefonino, alle consultazioni di SMS o email in macchina”. C'è perfino “chi imposta il navigatore in auto e non prima di partire, come si dovrebbe, e chi parla con il passeggero voltandosi verso i sedili posteriori”, distraendosi. Pericolosissimo, poi, bere alcolici prima di guidare, specie con il caldo. La Polstrada ricorda che, “secondo ricerche americane e inglesi, consultare il telefonino o impostare il navigatore per 4 secondi significa percorrere 89 metri senza vedere la strada. E scrivere un SMS quando si è al volante è come guidare bendati per 10 secondi, che corrispondono a centinaia di metri sull'asfalto”. Per il Codice della strada, si possono utilizzare gli auricolari, senza tenere il cellulare in mano, “ma anche questo non ci mette al sicuro – prosegue Mancini -: se infatti la conversazione impegna molto l'attenzione dell'automobilista, ci si può distrarre rispetto a una manovra di un veicolo che dobbiamo evitare o al pallone di un bambino che sbuca da una strada”.

VIETATO LEGGERE – Al volante non devono essere appoggiati giornali e iPad, continua la Polstrada: le “tavolette” si consultano in sicurezza, quando l'auto è parcheggiata, magari in un punto ristoro sulle tratte autostradali. Tra i consigli per la partenze, “attrezzarsi con acqua e generi alimentari, soprattutto per i bambini a bordo, per far fronte a eventuali disagi. Ricordando di far controllare l'auto e le gomme”.

INFO SUL TRAFFICO – Il sito Anas www.stradeanas.it offre un'apposita sezione dedicata all'esodo estivo, con notizie, i consigli utili per chi guida sia sulla rete Anas sia su quella autostradale a pedaggio e i numeri utili per le informazioni e per le emergenze. Su www.stradeanas.it è disponile anche il servizio, VAI (Viabilità Anas Integrata), che fornisce informazioni georeferenziate sul traffico in tempo reale, sulla presenza dei cantieri e sugli eventi stradali (buche, ostacoli, carichi dispersi). È uno strumento che mette insieme più fonti in un'unica interfaccia web disponibile gratuitamente per tutti gli utenti: i messaggi di traffico gestiti dalle sale operative dell'Anas, le notizie del Cciss “Viaggiare Informati” su tutta la rete stradale e autostradale, le informazioni del sistema satellitare di rilevazione del traffico Octotelematics e le immagini delle telecamere disseminate sul territorio stradale e autostradale. Il nuovo software si avvale della tecnologia offerta da Google e permette all'utente di selezionare il tipo di ricerca che vuole effettuare. Oltre al sito, i cittadini hanno a disposizione il numero verde Anas 800 290092 dedicato specificamente alla A3 Salerno-Reggio Calabria, e il numero unico Pronto Anas 841 148 per ricevere informazioni sullo stato della viabilità, previsioni di traffico e meteo Per le informazioni su tutta la rete stradale e autostradale, invece, a parte i numeri dedicati di ogni singolo gestore, è a disposizione il Numero Verde 1518, del Cciss “Viaggiare informati”. Anche quest'anno l'ACI schiera una task force di migliaia di uomini e mezzi di intervento che rispondono al numero verde 803 116.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Ford: il futuro in Michigan tra auto autonoma e elettrica

Novità in arrivo nel Codice della Strada: la targa diventa portatile

3 Costruttori che hanno prodotto più auto con AEB nel 2018