Eni: benzina a 1,6 euro. Super sconto o super bluff?

Nel weekend nelle stazioni Eni la benzina costerà 1,6 euro e il gasolio 1,5. Dove sta il trucco?

15 giugno 2012 - 6:00

Ci sono le promozioni (le Compagnie che ti regalano il cappellino), gli sconticini (di mezzo cent se fai tre pieni) e gli scontoni: “Riparti con Eni” fa parte di quest'ultima categoria, almeno in apparenza. Ogni weekend Eni riduce i prezzi dei carburanti per l'estate degli italiani: dal 16 giugno al 2 settembre, nei finesettimana, ridurrà il prezzo della benzina e del gasolio per tutti i consumatori che faranno rifornimento in modalità iperself (ovvero in maniera autonoma) dopo aver effettuato il pagamento mediante gli appositi accettatori di banconote e bancomat. La benzina costerà 1,6 euro e il gasolio 1,5.

DIROMPENTE – Proprio l'amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni (foto), parla di scontoni durante la conferenza stampa tenutasi nella stazione di servizio dove è stata girata una scena del film “Il sorpasso” con un irresistibile Vittorio Gassman. Con la benzina che vola a due euro il litro, e gli automobilisti stremati dal caro-carburante, l'iniziativa è dirompente (anche perché parliamo della Società che ha in mano il 30% del mercato in Italia), uno sconto di ben 20 centesimi su benzina e diesel nei fine settimana. Un'operazione che ricorda quella di Enrico Mattei, che nel 1960, quand'era presidente di Eni, lanciò una promozione simile. Ma allora lo sconto si fermava al 5%, mentre oggi sfiora l'11%. Un vantaggio enorme per i consumatori, sul quale, però, abbiamo voluto indagare. La riduzione del prezzo corrisponderà indicativamente a uno sconto di circa 20 centesimi al litro rispetto al prezzo praticato in modalità servito, equivalente a un risparmio di 10 euro su un pieno da 50 litri. Lo sconto per litro sarà pari a circa due volte lo sconto massimo finora praticato dalle stazioni no logo e dalla grande distribuzione. Il ribasso sarà disponibile su circa 3.000 stazioni Eni ed Agip, diffuse in tutto il territorio italiano, dal sabato alle ore 13 alla mezzanotte della domenica, fino a esaurimento delle scorte in ciascuna stazione aderente. E se la pompa si svuota? Per limitare al massimo quest'eventualità, Eni le rifornirà anche nel corso della giornata di domenica. Nel caso in cui una eni station aderente abbia esaurito il carburante, il consumatore potrà chiamare il numero verde 800 10 12 90.

QUALI PREZZI – Per facilitare la comunicazione dell'offerta in maniera trasparente, ogni settimana Eni determinerà, in base all'andamento delle quotazioni Platt's, due prezzi – uno per la benzina e l'altro per il gasolio – uguali su tutto il territorio nazionale durante gli orari della promozione e validi per le stazioni aderenti a iperself (modalità più diffusa all'estero che da noi). I listini continueranno a essere diversificati per ogni stazione di servizio nel resto della settimana.

ATTRARRE CLIENTI – Si tratta di un'iniziativa unica, che si pone l'obiettivo di fidelizzare i clienti, al di là dei possibili veri guadagni. Fra l'altro, ora viene anche usato il logo Eni nella bandiera italiana. La Compagnia del cane a sei zampe ha chiesto a tutte le stazioni dotate di modalità di rifornimento iperself di aderire all'iniziativa. Tale adesione comporterà un importante impegno da parte dei gestori che presenzieranno l'impianto dalle ore 13 alle ore 24 di sabato e dalle 7 alle ore 24 di domenica per tutta la durata dell'iniziativa. Nel corso dell'iniziativa, Eni venderà eccezionalmente al di sotto dei propri costi, investendo sul rapporto con i consumatori italiani. Gli Eni café rimarranno aperti sino alle ore 24 con un'offerta di qualità a prezzi speciali (colazione a 1,50 euro; pranzo a 5 euro) e promozioni anche su bibite e gelati da asporto. Attenzione però: specie in tempi di crisi, la microcriminalità non dà tregua, e se ci si deve allontanare dall'auto è sempre meglio dare un'occhiata all'eventuale presenza di malintenzionati, visto che la promozione avviene di notte. Una perdita calcolata per avere più clienti e guadagnare con i prodotto non oil.

NON CONFONDERSI – Iperself, a cinque anni dal suo lancio, è ormai una consolidata modalità di rifornimento. Oggi circa un terzo dei volumi della rete Eni è acquistato in modalità iperself. Si fa tutto da sé, a differenza del semplice “fai-da-te”: la benzina la metti tu nel serbatoio, ma il pagamento va effettuato alla cassa, a un addetto. Dallo scorso marzo, Eni ha deciso di estendere l'offerta iperself dal solo orario di chiusura delle stazioni aderenti alle 24 ore della giornata, sette giorni su sette. C'è un piccolo svantaggio: i clienti che scelgono di rifornirsi in modalità self service, con pagamento mediante accettatore di banconote e bancomat, non possono accumulare punti sulla carta fedeltà you&eni, ma risparmiano anche nell'orario di apertura della stazione con uno sconto fino a 10 cents/litro (sconto rispetto al prezzo praticato sul servito) durante la settimana.

A CACCIA DI BUFALE – Vediamo dove si può nascondere una minima “controindicazione”. Il prezzo è oscuro? No. Anticipando la prevista evoluzione della normativa e rispondendo alla richiesta delle associazioni dei consumatori, nelle stazioni di servizio Eni è pubblicizzato il prezzo iperself, senza evidenza dei centesimi di sconto rispetto al prezzo servito. I bancomat fanno pagare di più? Neppure. Gli accettatori di banconote collegati agli erogatori iperself sono abilitati anche per il pagamento con bancomat, senza alcuna commissione per il cliente e in tutta comodità e sicurezza: basta digitare il pin del bancomat e fare rifornimento senza preselezionare l'importo. Al termine dell'erogazione, l'accettatore rilascia una ricevuta con l'importo acquistato e senza addebito di alcuna commissione al cliente.

INDAGHEREMO – Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, come SicurAUTO ha dimostrato anche con l'iniziativa Fiat sulla benzina a un euro. Attualmente l'iniziativa sembra positiva e senza sorprese, ma che nel primo weekend utile indagheremo per capire se tutto quello che luccica sia oro.

6 commenti

Paoblog
7:19, 15 giugno 2012

In questi giorni sto facendo rifornimento ad un Eni iperself a Settimo Milanese (MI), con un risparmio di circa 6 cent/litro, tuttavia un bel cartello segnala che “non funziona” il pagamento con bancomat, il che limita parecchio, soprattutto perchè non si riesce mai a fare il pieno, dato che è difficile stimare con esattezza il numero di litri che mancano.

Pinco
10:59, 15 giugno 2012

Queste iniziative penalizzano solo i gestori delle stazioni di servizio.
Le società ovviamente ci guadagnano ma sono i gestori che devono anticipare i soldi per l'acquisto di carburante, devono lavorare di più per tenere sotto controllo l'impianto, devono rischiare di più viste le rapine in aumento.
Le società vogliono incrementare la modalità self-service in modo da ridurre al minimo le spese e aumentare ancora di più i loro profitti.
Per il cliente finale va sempre bene risparmiare… però chi ci rimette è il gestore che, ricordiamolo, guadagna circa 1,50/2,00 euro a pieno (in base ai litri del serbatoio).
Sempre che uno faccia il pieno! Se no il guadagno è ovviamente più basso.
E' da questi 2 euro che vogliono attingere per far risparmiare il cliente finale? O è da lì che vogliono far lievitare ancora di più i loro introiti?

Lorenzo
20:03, 17 giugno 2012

Ho tre distributori vicino a casa mia, un Api, un TotalErg con self service h24 e un Q8.
Tutti e tre oggi vendevano a meno di ? 1,60/l, quindi la presunta promozione sembra aver incentivato la concorrenza, con qualche vantaggio per noi consumatori.

fruttuoso
18:04, 19 giugno 2012

non è vero che eni agip fanno lo sconto di 20 cent al litro al self gli altri giorni lunedi venerdi al self, sto parlando di bologna, il gasolio costa 1,60 euro al litro. il sabato il gasolio costa 1,50 euro. 1,60-1,50=0,10 cent

francesco
11:16, 29 luglio 2012

distributore i total erg sulla bretella all'altezza di nova milanese, la benzina non ha reso i km rispetto alla stessa fornitura fatta in altri gestori ( circa 1/3 meno) il sospetto è che vengono manipolate. l'ho riscontrato con due auto diverse…la cosa è veramente seria e da denunciare francesco

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023