Elenco strade ove è possibile installare autovelox senza procedere a contestazione immediata – Prov

Elenco strade ove è possibile installare autovelox senza procedere a contestazione immediata - Provincia di Ravenna Prefettura di Ravenna - Decreto n° 20040000166/Gab del 29/01/2004PREFETTURA DI...

23 Aprile 2004 - 09:04

Elenco strade ove è possibile installare autovelox senza procedere a contestazione immediata – Provincia di Ravenna
Prefettura di Ravenna – Decreto n° 20040000166/Gab del 29/01/2004

PREFETTURA DI RAVENNA

Prot. n° 20040000166/Gab

VISTA la legge n.168 in data 1° agosto 2002, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.183 del 6 agosto 2002, di conversione del decreto legge n.121 del 20 giugno 2002, recante “disposizioni urgenti per garantire la sicurezza nella circolazione stradale”;
VISTE le circolari n. 300/A/1/54585/101/3/3/9 e 300/A/1/41198/101/3/3/9 rispettivamente in data 3 ottobre 2002 e 8 aprile 2003, con le quali il Ministero dell'Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha fornito le direttive per l'installazione e l'utilizzazione dei dispositivi e dei mezzi tecnici di controllo del traffico, finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni delle norme di comportamento di cui agli articoli 142 e 148 del D.leg.vo 30 aprile 1992, n. 285 e successive modificazioni ed interpretazioni;
CONSIDERATO che ai sensi del comma 2 dell'art.4 della citata legge compete al Prefetto l'individuazione delle strade, ovvero di singoli tratti di esse, diverse dalle autostrade o dalle strade extraurbane principali, sulle quali è possibile impiegare od installare dispositivi o mezzi tecnici di controllo del traffico per le finalità indicate nel comma 1 dell'art.4, mentre non è possibile procedere al fermo del veicolo per fattori vari, tutti riconducibili all'assenza delle condizioni di sicurezza;
SENTITI gli organi di polizia stradale degli enti locali, il Comando Polizia Stradale di Ravenna e gli enti proprietari delle strade;

D E C R E T A

nel territorio della provincia di Ravenna, le strade ovvero i singoli tratti di esse, di cui all'art. 2 comma 2° lett. C e D del codice della Strada rispondenti ai requisiti previsti dall'art. 4 della L. 1 agosto 2002 n. 168 – in cui gli organi di polizia stradale di cui all'art. 12 comma 1 del D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 possono utilizzare o installare dispositivi o mezzi tecnici di controllo del traffico, di cui viene data informazione agli automobilisti, finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni alle norme di comportamento di cui agli artt. 142 e 148 dello stesso decreto legislativo – sono i seguenti:

ELENCO TRATTI STRADALI DOVE E' POSSIBILE INSTALLARE MISURATORI ELETTRONICI DELLA VELOCITA' SENZA PROCEDERE AL FERMO DEL VEICOLO E RELATIVA CONTESTAZIONE IMMEDIATA IN DEROGA ALL'ART. 200 C.d.S.

COMUNE DI ALFONSINE

S.S. 16 Via Reale Lavezzola dal Km. 118 + 400 al Km. 123+ 700;

S.S. 16 Via Reale Voltana dal Km. 123 + 800 a Km. 129 + 100;

COMUNE DI BAGNACAVALLO

S.P. 8 “Naviglio Inferiore” – Villa Prati dal km. 16+300 al km. 17+600 direzione Bagnacavallo – Alfonsine;

Ex S.S. 253 “San Vitale dal km. 52+900 al km. 54+800;

COMUNE DI BRISIGHELLA

Via Strada dal km. 86+100al km. 85+100;

Via Pontenono dal km. 84+600 al km. 83+400 direzione Brisighella-Marradi;

COMUNE DI CASOLA VALSENIO

S.P. 306 dal Km. 17+200 al Km. 18+400;

S.P. 306 dal Km. 19+400 al Km. 21+200;

S.P. 306 Località Baffadi dal Km. 24+00 al Km. 24+700;

S.P. 306 Località Mercatale dal Km. 27+300 al Km. 27+800;

COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE

S.P. 47 “Strada Provinciale Borello” dalla Via Calamello al civico 1722;

S.S. 9 “Via Emilia” da Via Alberazzo al Km. 72+200;

COMUNE DI CONSELICE

S.S. 16 (denominata nel Comune di Conselice Via Reale) nel tratto in prossimità della località Ponte Bastia, dal Km. 118 + 400 al Km. 119 + 400 con direzione Ferrara-Ravenna;

S.P. 13 Via Bastia nel centro abitato di Lavezzola, tratto dal Km. 12 +500 al Km. 14 + 00 (fine centro abitato di Frascata);

S.P. 50 Canalazzo nel centro abitato di San Patrizio nel tratto dal civ. 68 al civ. 99 nella località Zeppa;

COMUNE DI COTIGNOLA

S.P. “Madonna di Genova” dal Km. 1 + 00 al Km. 3 + 00;

S.P. 7 “San Silvestro-Felisio” dal Km. 11 + 00 al Km. 13 + 00;

COMUNE DI FAENZA

S.S. 302-“Brisighellese-Ravennate” (Via Ravegnana) direzione Faenza-Ravenna dal Km. 101+850 al Km. 102+050, dal km. 102+850 al Km. 102+950, dal Km. 107+250 al Km. 107+350 e dal Km. 107+650 al Km. 107+750;

S.S. 302-“Brisighellese-Ravennate” (Via Ravegnana) direzione Ravenna-Faenza dal Km. 101+950 al Km. 101+850, dal Km. 102+500 al Km. 102+400, dal Km. 103+600 al Km. 103+500 e dal Km. 107+500 al Km. 107+400;

COMUNE DI FUSIGNANO

S.P. 18 “Stoppata” dal Km. 2+500 al Km. 4+100;

S.P. 28 “Rosetta” dal Km. 2+300 al Km. 4+600;

S.P. 17 “San Bernardino” dal Km. 0+800 al Km. 1+700;

COMUNE DI LUGO

Via S. Andrea (tutta) – Intersezione rotatoria Via Quarantola Km. 0+00 – Intersezione via Fiumazzo Km. 3+510;

Via Provinciale Bagnara – tratto compreso tra Via Felisio Km. 0+00 e Via Villa Km. 2+400;

Via Provinciale Bagnara – tratto compreso tra Via Pedergnano Sup.

Km. 3+140 e Via Lunga Km. 4+300 (escluso un breve tratto ricadente nel centro abitato);

COMUNE DI MASSA LOMBARDA

S.S. 253 (Via S. Vitale) direzione Bologna-Ravenna, dal Km. 43+300 al Km. 44+00, denominato Via Ravenna;

COMUNE DI RIOLO TERME

S.S. 306 – Via Firenze n. 141, con direzione Riolo Terme dal km. 14+300 al km. 14+400;

COMUNE DI RAVENNA

S.S. 67 “Ravegnana” dal Km. 200+200 al Km. 166+300;

S.S. 67 “Via Trieste” dal Km. 226+700 al Km. 228+900;

S.S. 253 “San Vitale” dal Km. 65+00 al Km. 74+800;

COMUNE DI RUSSI

S.S. n° 253 (già statale S. Vitale) dal Km. 60+00 al Km. 65+00, con particolare riferimento ad installazione in corrispondenza del cimitero, del pubblico esercizio “LA MASCOTTE”, dell'ex stazione di rifornimento Agip, dell'intersezione con Via Sentierone, della stazione di rifornimento Robgas, del museo contemporaneo dell'arredo al Km. 63+800;

COMUNE DI SOLAROLO

S.P. 10 – Via Canale di Solarolo (Via Canale Molini) dal Km. 3+840 al Km. 7+200;

S.P. 10 – Via Canale di Solarolo (Via Felisio) dal Km. 7+200 al Km. 8+886 (con esclusione di un breve tratto ricadente nel centro abitato).

Si precisa che, qualora anche tratti delle predette arterie stradali assumano la classificazione di strade urbane di quartiere o strade locali, non è ammessa l'installazione di sistemi di rilevamento senza procedere all'immediata contestazione della violazione.

Gli organi di polizia stradale dello Stato e degli Enti Locali sono incaricati dell'esecuzione del presente decreto, ferma restando la possibilità di procedere alla successiva ricognizione del territorio in funzione dell'eventuale esigenza di individuare ulteriori tratti di strada da sottoporre a controllo remoto.

Gli enti proprietari delle strade procederanno all'adeguamento della necessaria segnaletica, fermo restando che del presente decreto sarà data pubblicità immediata, ai fini dell'esecuzione, attraverso i mezzi di informazione.

Il presente decreto integra e sostituisce il precedente numero 1246/Gab. in data 2 luglio 2003.

Ravenna, 29 gennaio 2004

IL PREFETTO
(Calandrella)

Fonte: Piemmenews

Commenta con la tua opinione

X